Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 15 Novembre 2014

Bookmark and Share

Presentata la venticinquesima edizione della rassegna cinematografica Alpi Giulie Cinema

Associazione MONTE ANALOGO

Trieste (TS) - Si è tenuta venerdì 14 novembre al Bar Libreria KNULP di Trieste la conferenza stampa di presentazione della venticinquesima edizione della rassegna cinematografica ALPI GIULIE CINEMA.
Giuliano Gelci, coordinatore organizzativo dell'iniziativa, ha iniziato con un un passaggio veloce sui venticinque anni di Cinema di Montagna a Trieste iniziata sotto diverso nome ma fisicamente sempre con gli stessi promotori. Si era costituita localmente la Lega Montagna dell’UISP (struttura parallela ma con una visione "un poco diversa", al CAI) condividendo la rassegna a livello nazionale all’inizio per poi diventare gli stessi promotori e organizzatori in tutta Italia. Poi svariati motivi, in primis tenere in piedi una rassegna nazionale con zero fondi di partenza, crisi delle aziende sponsorizzatrici ma anche, di conseguenza, costruire rapporti con gli enti locali con cui collaborare e non più nazionali, ha fatto nascere, da zero, nel 2006 (8 settembre) MONTE ANALOGO.
Nuove collaborazioni, sponsor locali, istituzioni disponibili hanno permesso di sviluppare idee e creatività aggiustando anno per anno la rassegna diventando quella che è oggi.
Nel mezzo c’è l’ideazione del Premio Alpi Giulie “La Scabiosa Trenta” (quest’anno 21a edizione), c’è il concorso Hells Bells dedicato alla speleologia (quest’anno alla quarta edizione), c’è una convenzione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trieste per lo svolgimento di stage. C’è infine una cosa importante: MONTE ANALOGO è socia di ARCI Servizio Civile. Molti giovani si avvicinano quindi alla montagna e alla cultura della montagna grazie a queste attività e sono pezzi insostituibili nell’aspetto organizzativo (ricerca dei film, traduzioni, comunicazioni, ecc.).
Gelci, infine, si è rammaricato di alcune cose che MONTE ANALOGO non è riuscito a fare. Sicuramente una è la mediateca. 25 anni di cinema di montagna significa anche avere qualcosa come 400 e passa produzioni ma che per svariati motivi, sicuramente uno è stato un black out informatico, l'associazione non è riuscita a mettere ancora a disposizione degli interessati, in particolare degli studenti.

Sergio Serra, presidente di MONTE ANALOGO, prendendo la parola ha giustamente parlato di un futuro incerto, di un rischio concreto della rassegna dovuto al passaggio dal mondo analogico al mondo digitale delle produzioni che l'associazione propone annualmente che può facilitare, assieme alla crisi generale, l’estinzione di questa esperienza. E non solo quella di MONTE ANALOGO.
Ci ha fatto prendere fiato quest’anno, dopo anni, continua Serra, la presenza degli Enti locali e quindi va ricordato l'intervento del Comune di Trieste e della Regione Friuli Venezia Giulia.

La rassegna inizierà mercoledì 19 novembre 2014 al Bar Libreria KNULP a Trieste con 4 appuntamenti per poi spostarsi al Teatro Miela, sempre a Trieste, nel mese di febbraio del 2015. Sempre a febbraio sono previste 4 date al Kulturni Dom di Gorizia mentre in aprile ALPI GIULIE CINEMA si terrà nella provincia di Pordenone alla Sala SOMSI di Pinzano al Tagliamento con altre 3 date.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa MONTE ANALOGO

Leggi le Ultime Notizie >>>