Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
MEDEA 50: PIER PAOLO PASOLINI, MARIA CALLAS E GRADO
ex Cinema Cristallo
Grado
Dal 15/06/19
al 28/07/19
manifesto

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Manifestazioni > 08 Novembre 2014

Bookmark and Share

Gli Occhi dell'Africa 2014: a Cinemazero si presenta il volume "Africa da morire"

Wind of change

Pordenone (PN) - Il compito di inaugurare l’ottava edizione de Gli Occhi dell’Africa spetta a Cristina Savi, Donna Maior 2014, giornalista e autrice del libro “Africa da morire”, che presenterà a Cinemazero lunedì 10 novembre alle 20.45. Edito per la collana I Quaderni del Menocchio, il libro, nato dopo il primo viaggio dell’autrice in Africa, nel 2004, racconta trenta giorni in missione sugli altopiani del Kenya e nella capitale, Nairobi, fra i malati di Aids, gli orfanotrofi, i ragazzi di strada, la bellezza sfolgorante della natura e l’allegria della gente, nonostante tutto. Un mese in “equilibrio” fra povertà e speranza.

Ma la rassegna – promossa da Caritas della Diocesi di Concordia-Pordenone, Cinemazero e l’Altrametà, con il contributo del Comune di Pordenone e dell’Amministrazione Provinciale e la partecipazione dell’associazione UNASp/ACLI (Unione Nazionale Arte e Spettacolo) – proporrà anche tre premiatissimi corto-mediometraggi, ribadendo la sua primaria vocazione cinematografica.

“Afronauts” della ghanese Frances Bodomo, presentato in anteprima mondiale nella selezione ufficiale dell’ultima edizione del Sundance Film Festival, per continuare il giro dei festival fino alla Berlinale 2014, e si ispira al tentativo surreale fatto nel 1964 dallo Zambia di portare il primo astronauta sulla Luna. Di Julia Dahr – regista, produttrice e attivista nelle organizzazioni non governative ambientaliste e di sviluppo – ci sarà “Wind of Change”. Autrice dalla formazione ibrida, si pone come obiettivo la realizzazione di film che possano suscitare consapevolezza e azione per un mondo più giusto e coscienzioso e con questo esordio ha saputo raggiunge i riflettori della scena internazionale. Chiude la serata “Les trois vérités” degli algerini Louisa Beskri & Adehan Wakili, la storia del giovane Kossi, figlio di un venditore ambulante, che viene mandato dal padre morente, come sua ultima volontà, a liquidare i creditori. Non rimarrà quindi nulla per Kossi in eredità, ma il padre promette che al ritorno dalla missione gli svelerà 3 verità importanti, che valgono più di tutto l’oro del mondo. Quest’opera è uno degli episodi della serie Papa Nzenu racconta l’Africa, composto da 52 corti d’animazione, che narrano una storia appartenente alla tradizione di un paese africano ed è diretto da un giovane regista del paese di origine a cui la storia appartiene.

Ingresso 3 euro.


INFO/FONTE: Cinemazero Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>