Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 07 Gennaio 2008

Bookmark and Share

Società dei Concerti: Angela Hewitt e Daniel Müller-Schott inaugurano il cartellone 2008

Angela Hewitt

Trieste (TS) - Artista dell’anno ai “Gramophone Awards” del 2006, definita dal Guardian come “la più autorevole interprete bachiana”, Angela Hewitt ha inaugurato nelle scorse settimane il suo “Bach World Tour” che toccherà ben ventisei Paesi con l’integrale del Clavicembalo ben temperato: e sarà proprio la grande pianista canadese, affiancata dal violoncellista Daniel Müller-Schott, trionfatore nel 1992 - appena quindicenne - al Concorso “Ciajkovskij” di Mosca, a inaugurare il cartellone 2008 della Società dei Concerti di Trieste, scandito, fino al prossimo 7 aprile, da sette prestigiose proposte, nel segno dei grandi interpreti della scena musicale nazionale e internazionale, e da serate-omaggio al genio compositivo di Bach e Beethoven, Mozart e Brahms. Angela Hewitt e Daniel Müller-Schott sono divenuti, nel giro di una stagione, un duo fra i più consolidati, grazie a un’affinità elettiva d’idee e indoli musicali. Il programma del loro concerto, in programma lunedì 14 gennaio al Politeama Rossetti di Trieste (ore 20.30), unisce due autori che hanno profondamente segnato l’attività di entrambi gli interpreti, oltre che la storia del repertorio per violoncello e tastiera: Bach e Beethoven. Del primo Angela Hewitt ha inciso l’integrale tastieristica, e Müller-Schott le ha fatto eco con l’integrale delle Suites per violoncello solo. Il contrappunto, il dialogo fra arco e tastiera, la ricerca timbrica che contraddistinguono i capolavori bachiani compaiono nei primi lavori per duo di Beethoven, come l’opera 5 del 1796 che sarà proposta a Trieste, nella quale i due strumenti raggiungono uno straordinario equilibrio di scrittura e di suono. Di Bach i due artisti eseguiranno la Sonata per vlc. in Re magg. BWV 1028 e la Sonata per vlc. in sol min. BWV 1029. Completa il programma della serata la Sonata in La di Franck. La Società dei Concerti di Trieste ha già proposto due volte l’integrale delle Suites per violoncello solo con Mischa Mayski e con Rocco Filippini, e l’integrale dei Trii di Beethoven con il Trio di Milano.
Il concerto del 14 gennaio – concerto numero 1304, di queste “prime” 76 stagioni della Società dei Concerti di Trieste – sarà seguito dalle performance del Quartetto Casals, formazione residente dei Conservatori di Barcellona e Saragozza (21 gennaio), del Duo Arabella Steinbacher – Robert Kulek, violino-pianoforte (4 febbraio), e dal recital del noto pianista Paul Lewis, al fianco di formazioni come la London Simphony Orchestra e la London Philharmonic, impegnato a Trieste in una generosa selezione di pagine di Mozart, con la Fantasia in do min. K 475 e il Rondò in la min. K511, integrati dalla Musica ricercata di Ligeti. Ancora un grande omaggio il 10 marzo, protagonista il pulripremiato Quartetto Emerson, formazione d’Archi acclamata per lo stile interpretativo estremamente dinamico, impegnato per l’occasione in una serata-Brahms che prevede l’esecuzione integrale dei tre Quartetti brahmsiani per archi: l’op. 51 n. 1 in do minore, l’op. 51 n. 2 in la min. e l’op. 67 in si bemolle maggiore. Questo concerto si inserisce in un percorso dedicato a Brahms che la Società dei Concerti di Trieste ha avviato da tempo, ospitando nelle scorse stagioni l’esecuzione dell’integrale dei Trii per pianoforte di Brahms con il Trio di Milano, e completandola con le integrali per clarinetto e per corno.
Penultimo appuntamento, il 7 aprile, con il Trio di Parma, vera icona del repertorio cameristico italiano e internazionale, in un concerto-evento arricchito, al clarinetto, dal solista Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Previsto, per l’occasione, un interDaniel Müller-Schottvento di letture a cura di Marisandra Calacione sul quartetto di O. Messiaen. Infine il 21 aprile, a suggellare la 76^ Stagione della Società dei Concerti, saranno le atmosfere musicali barocche di Quadro Janas & Tripla Concordia, due formazioni di riferimento per il repertorio della musica antica.
Per ulteriori informazioni: www.societadeiconcerti.net; tel. 040-362408.

Leggi le Ultime Notizie >>>