Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 31 Ottobre 2014

Bookmark and Share

“Space Kids”: Trieste Science+Fiction apre le porte ai più piccoli

E.T. – L’extra-terrestre

Trieste (TS) - Dopo la prima, fortunata esperienza dell’edizione 2013, con i laboratori creativi a margine della mostra del cinquantenario, anche quest’anno il Trieste Science+Fiction apre le porte ai più piccoli. L’intento della Cappella Underground e quello non solo di avvicinare i bambini al mondo del cinema, e in particolare del film di fantascienza e fantastico, ma anche di proporre appuntamenti dal particolare valore formativo. La due giorni dedicata agli “space kids” (1 e 2 novembre), in contemporanea al Festival, prevede, al mattino, la proiezione di un film al Cinema Ariston, proponendo poi, al pomeriggio, un laboratorio specifico che sviluppa il tema della matinee. Sabato 1 novembre, verrà proiettato E.T. – L’extra-terrestre (domenica 2 Ritorno al futuro) grazie ad un partner d’eccezione come Studio Universal, che inaugura quest’anno la collaborazione con il Trieste International Science Fiction Festival come media partner. L’ingresso al Cinema Ariston è gratuito fino ad esaurimento posti. Per l’occasione l’intero spazio sarà personalizzato Studio Universal. Nel pomeriggio, alla Stazione Rogers, A spasso con l’alieno, un laboratorio che si pone l’obiettivo di stimolare i bambini sul tema della diversità attraverso l’incontro con simpatici alieni dall’aspetto bizzarro e dalle strane abitudini; un viaggio immaginario su lontani pianeti e l’occasione per conoscere l’altro e accorciare le distanze.

Spazio anche all’immaginario fantastico italiano con Spazio Italia. Appuntamento al Teatro Miela con documentari, lungometraggi e web-series di genere fantastico di produzione nazionale. Domani, verranno proiettati Index Zero, un post-apocalittico nostalgico tributo all’action movie anni ’80, 2047 - Sights of Death di Alessandro Capone, che annovera nel cast vecchie glorie del genere come Rutger Hauer, Daryl Hannah, Michael Madsen e Danny Glover, il documentario La zuppa del demonio di Davide Ferrario, film che racconta l’ottimistica e spesso ingenua speranza che in Italia lo sviluppo industriale e tecnologico sarebbe stato perenne e sostenibile, e il documentario Ultima chiamata, premiata opera di Enrico Cerasuolo che verrà presentata con il sostegno dell’ARPA LaRea FVG. Spazio anche ai cortometraggi della sezione, cento minuti di piccoli capolavori brevi.

Numerosi anche i titoli in Concorso, a partire da "Le streghe son tornate" (Las brujas de Zugarramurdi/Witching and Bitching), ultima attesissima pellicola di Álex de la Iglesia, vincitrice di 9 premi Goya (gli Oscar spagnoli), in uscita sugli schermi italiani nel 2015 per Officine Ubu. The Vicious Brothers (coppia di registi del pluripremiato horror found-footage ESP – Fenomeni Paranormali anche loro graditissimi ospiti di questa edizione del festival) accompagneranno in sala Extraterrestrial, pellicola già premiata al Tribeca Film Festival, thriller-horror a sfondo fantascientifico, pieno zeppo di alieni spaventosi e letali. Sarà la volta anche di Coherence dell'americano James Ward Byrkit (tra gli sceneggiatori di Rango), “mind-bender” dalle prospettive insolite sulla meccanica quantistica, la fisica teoretica e gli universi paralleli, e di Reality di Quentin Dupieux, co-produzione franco-belga che trasforma 48 ore della vita di un cameraman in un vero e proprio incubo.



-----------------------------



Programma di sabato 1 novembre:



10h30 – Cinema Ariston (SCI-FI KIDS)

E.T. L’EXTRA-TERRESTRE Steven Spielberg

USA, 1982, 115’, Blu Ray/Dvd, v. ita.



14h30 – Tripcovich (FANTASTIC SHORTS MELIES)

FANTASTIC SHORTS

2014, 125’, DCP, v.o / sub ita elec



15h00 – Teatro Miela (SPAZIO ITALIA)

LA ZUPPA DEL DEMONIO Davide Ferrario

Italia, 2014, 78’, 35mm, v.o ita / sub ing copia

La zuppa del demonio prende il titolo da una frase utilizzata da Dino Buzzati in un documentario industriale del 1964. Una metafora per descrivere l’utopia del progresso industriale e tecnologico percepito come soluzione ai problemi dell’umanità sia dal mondo capitalista che da quello comunista: un’utopia che ha accompagnato gran parte del Novecento. È questo il tema di La zuppa del demonio, un film che racconta la parabola del progresso in Italia, dai primi del Novecento fino all’inizio degli anni Settanta, quando l’ecologismo e la prima grande crisi petrolifera segnarono lo spartiacque tra un prima e un dopo che non sarebbe più assomigliato al passato.



17h30 – Teatro Miela (SPAZIO ITALIA)

SPAZIO CORTI

Italia, 2014, 70’, HD, v.o ita / sub ing copia



17h30 – Tripcovich (NEON - ASTEROIDE)

COHERENCE James Byrkit

USA, 2014, 89’, DCP, v.o ing / sub ita elec

In una serata in cui una misteriosa cometa passa nel cielo, quattro coppie si incontrano a cena. Quando una serie di inspiegabili e spaventosi eventi inizia a verificarsi, gli amici sospettano che ne siano causa gli abitanti di una casa vicina. Col calar della notte, i protagonisti si trovano ad affrontare terrificanti rivelazioni, che li obbligano a mettere in discussione la propria realtà. La pressione logora i rapporti, e per una delle donne la possibilità di rimanere in casa diventa più insopportabile di qualunque sconosciuto destino.



18h30 – Teatro Miela (SPAZIO ITALIA)

ULTIMA CHIAMATA Enrico Cerasuolo

Italia, 2013 90’, Blu Ray, v.o ita, ing / sub ita copia

Con: Enrico Cerasuolo

In collaborazione con ARPA

40 anni fa la pubblicazione del libro The Limits to Growth sconvolse il mondo. Frutto delle ricerche di un team di scienziati del MIT, era portatore di un messaggio oggi più attuale che mai: il pianeta Terra è un sistema chiuso e la crescita economica a pieno ritmo porterà la nostra società e l’ambiente sull’orlo del collasso. 40 anni dopo, l’abitudine a prendere decisioni a breve termine ha portato a un grande ritardo d’azione. Nel film, gli autori del libro ci forniscono una visione provocatoria sulle ragioni della crisi globale e condividono con noi la propria idea del futuro. Siamo ancora in tempo per un’ultima chiamata?

Sarà presente Enrico Cerasuolo



20h00 – Tripcovich (NEON - MELIES)

LAS BRUJAS DE ZUGARRAMURDI Alex de la Iglesia

Spagna, 2013, 122’, Blu Ray, v.o spa / sub ita copia

Se il tuo matrimonio sta cadendo a pezzi e il tuo conto in banca è in rosso, è tempo di rapinare un “compro oro”. È questa l’ultima spiaggia per un gruppo di disperati, capitanati da José, padre divorziato. Gli improvvisati ladri riescono a uscire dal negozio con una borsa contenente 25.000 fedi nuziali e fermano un taxi per scappare. Giunti nelle impenetrabili foreste dei Paesi Baschi, patria della stregoneria, i malcapitati incontrano un gruppo di folli donne che si nutrono di carne umana. Intrappolate in una villa, le streghe cercano a tutti i costi di impossessarsi degli anelli e delle anime dei nostri eroi.



20h30 – Teatro Miela (SPAZIO ITALIA / MELIES)

INDEX ZERO Lorenzo Sportiello

Italia, 2014, 90’, DCP, v.o ing / sub ita copia

Con: Lorenzo Sportiello

2035. Un uomo e una donna cercano di entrare illegalmente negli Stati Uniti d’Europa per dare un futuro al figlio che aspettano. Negli SUE a ogni cittadino è associato un indice di sostenibilità basato sul benessere e la produttività personale. Una donna incinta non è sostenibile e deve essere espulsa. Inizia così una lotta disperata per tenere in vita la possibilità di continuare a... vivere. Un film di fantascienza post-apocalittica italiano.

Sarà presente Lorenzo Sportiello



22h15 – Tripcovich (NEON - ASTEROIDE)

EXTRATERRESTRIAL The Vicious Brothers

USA, 2014, 106’, DCP, v.o ing / sub ita elec

Con: The Vicious Brothers

Ancora scossa dal divorzio dei genitori, April viene trascinata da un gruppo di amici nella casa di campagna dove da piccola trascorreva le vacanze estive. Ma il suo viaggio attraverso i ricordi del passato viene drammaticamente sconvolto quando una meteorite precipita dal cielo ed esplode nella vicina foresta. Il gruppo, guidato dal fidanzato di April, si avventura nel luogo dell’impatto, scoprendo così i resti di una navicella spaziale e alcune orme, segno che i suoi occupanti alieni sono ancora in vita. I ragazzi, tutti compagni di università, si trovano presto invischiati in qualcosa di ben più grande e terrificante di quanto avessero mai potuto immaginare.

Saranno presenti The Vicious Brothers, pseudonimo di Colin Minihan e Stuart Ortiz, conosciutisi adolescenti in un forum grazie alla passione per la fantascienza orrorifica. La loro prima opera, Grave Encounters, è stata indicata come uno dei più spaventosi film del 2012 dalla rivista Forbes.



22h30 – Teatro Miela (SPAZIO ITALIA)

2047 - SIGHTS OF DEATH Alessandro Capone

Italia, 2014, 85’, DCP, v.o ing / sub ita elec

Con: Alessandro Capone

2047. Il pianeta è retto da un governo confederato fortemente repressivo. I paesi che non hanno aderito sono terra bruciata. Ryan, un agente dei ribelli, viene inviato in missione allo scopo di raccogliere prove con cui inchiodare l’ala militare del governo. Sulla sua strada troverà il temibile colonnello Asimov, coadiuvato dal maggiore Anderson e da alcuni mercenari senza scrupoli guidati da Lobo. La sua missione si trasformerà presto in una personale resa dei conti legata a un tormentato passato. Dalla sua parte avrà solo Tuag, una sopravvissuta e forse una mutante, così innocente da poter solo essere sognata, così sanguinaria da far credere all’inferno.

Sarà presente Alessandro Capone



22h15 – Tripcovich (NEON - MELIES)

REALITY Quentin Dupieux

Francia, 2014, 87’, DCP, v.o ing, fra / sub ita elec

Jason, un tranquillo cameraman, sogna di dirigere il suo primo film horror. Bob Marshal, un ricco produttore, accetta di finanziare il suo progetto, ma a una condizione: Jason avrà 48 ore per trovare il migliore urlo nella storia del cinema. Per lui questa ricerca si trasformerà ben presto in un incubo.

Info:
La Cappella Underground
tel. +39 040 3220551
http://www.sciencefictionfestival.org


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Trieste Science+Fiction_14:

Leggi le Ultime Notizie >>>