Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 26 Luglio 2014

Bookmark and Share

Mittelfest 2014 chiude con “La Regina Dada” e il balletto "Pearl"

La Regina Dada

Cividale del Friuli (UD) - Stefano Bollaniha scelto proprio Mittelfest per debuttare in veste di attore e autore teatrale in prima assoluta con “La Regina Dada” al Teatro Ristori (ore 20), domenica 27 luglio, giornata conclusiva della 23^ edizione del Festival. Un inedito attraversamento dell'universo dada, scritto assieme all’attrice protagonista Valentina Cenni, raccontato da una regina di fiaba che si inoltra nel bosco delle avanguardie culturali, con un panorama sonoro creato da Francesco Giomi, i robot di Matteo Suzzi, le musiche di Bollani, la grazie e la fisicità di Valentina Cenni. Regina Dada attraversa un viaggio di consapevolezza dialogando con i suoi “fantasmi”, che si manifestano come voci, suoni, animali fantastici: a incarnare in scena i suoi molteplici interlocutori interiori, sarà proprio Stefano Bollani Valentina Cenni e Stefano Bollani saluteranno il pubblico e la stampa presenti al festival in un incontro-aperitivo in programma domenica alle 12.45 al Caffè San Marco di Cividale .

Costumi mozzafiato, la musica barocca che evoca atmosfere di splendore cariche di seduzione per uno spettacolo di danza indimenticabile, affiancato dal virtuosismo live dell'Ensemble Combattimento Consort Amesterdam sono gli ingredienti di “Pearl”, lo spettacolo firmato dal coreografo Ed Wubbe che dirige, dal 1992, una delle più antiche e longeve compagnie di balletto lo Scapino Ballet di Amsterdam fondata nel 1945. Lo spettacolo, definito “sbalorditivo” dal giornale olandese Theaterjournaal (“onestamente, l'unica cosa che si può dire di Pearl è: vedetelo!”), è stato spostato al Teatro Nuovo Giovanni di Udine causa il perdurare delle condizioni meteo avverse. Inizio ore 22.30 (servizi bus navetta da e per Cividale).

L'Ensemble di Amesterdam punta di diamante nel panorama internazionale per le sue esecuzioni di autori del periodo barocco affascinerà ancora il pubblico in un concerto “speciale” nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti (ore 11.30) con un repertorio che spazia da Vivaldi a Biber, Porpora, Marini e van Wassenaer.

Il teatro di Gabriele Vacis, uno degli autori più apprezzati del panorama culturale italiano, andrà in scena alla Chiesa di San Francesco (ore 18) con “La parola padre”. Sul palco sei giovani donne, tre italiane, una polacca, una bulgara e una macedone che si incontrano in uno dei tanti ideali crocevia del presente e iniziano a raccontarsi. Tutte hanno un conto in sospeso con la loro patria, ma sopratutto con il loro padre. Una storia vera che racconta la vita di sei giovani attrici selezionate durante i seminari nell'Europa dell'Est dei Cantieri Teatrali Koreja che, con il Teatro Stabile d'Innovazione del Salento, hanno prodotto lo spettacolo. Ancora musica con il giovane duo composto da Carmen Anastasio e Dragana Gajic allieve del Conservatorio Tartini di Trieste che nel concerto “L'impressione suprema” (Sala San Francesco ore 21) proporranno musiche di Tartini, Schubert e Franck.

A chiudere la 23ma edizione di Mittelfest il graPearl (@Bas_Uterwijk)nde cinema d'autore con la proiezione del film con Charlie Chaplin “Shoulders arms” accompagnato dalla colonna sonora originale un progetto di Mittelfest 2014 a cura di Roberto Calabretto e l'Università degli Studi di Udine. L’orario di proiezione, ore 23.50, non è casuale, perché proprio il 28 luglio di 100 anni fa esatti, scoppiava la prima guerra mondiale...

Leggi le Ultime Notizie >>>