Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 25 Luglio 2014

Bookmark and Share

TriesteLovesJazz 2014 ospita "Made in Trieste": in scena la Maxmaber Orkestar

Maxmaber Orkestar (foto di Francesca Tonsi)

Trieste (TS) - Nata parallelamente a TriesteLovesJazz, la rassegna “Made in Trieste” vuole presentare al pubblico un aggiornamento delle migliori espressioni musicali che Trieste offre anno dopo anno, senza chiudersi in un genere, in uno stile ma spalancando le porte all’originalità e alla maturità dei progetti. Sabato 26 luglio, alle 21, sempre in piazza Verdi e sempre a ingresso libero, TriesteLovesJazz presenta (nell’ambito di “Made in Trieste” appunto) la Maxmaber Orkestar; e, come già accadde lo scorso anno, il centro del capoluogo giuliano sembrerà divenire il set di un vecchio film di Kusturica, con il fascino e la passione di quei quadri!

La Maxmaber Orkestar è una trascinante band balkan klezmer che ha portato il dialetto triestino in giro per l'Italia e l'Europa: compie nel 2014 dieci anni di attività e li festeggia in occasione del festival!
Il 26 luglio i suoi musicisti tornano in Piazza Verdi, con l'intento di fa ballare tutti e travolgere come sempre il pubblico. Il concerto è anche un’ottima occasione per presentare il nuovo lavoro discografico fresco di stampa, "Spavomir", quarto disco della loro carriera girovaga e frutto di interessanti collaborazioni con artisti locali e internazionali.
La musica dei Maxmaber è un viaggio attraverso la tradizione popolare dell'Europa orientale e del Mediterraneo. Klezmer, musica rom e dei Balcani, vecchie canzoni italiane e un pizzico di jazz si intrecciano in un sound allegro e malinconico allo stesso tempo. Un percorso musicale che confluisce naturalmente nei brani originali, spesso in dialetto triestino, tra melodie arcaiche e danze incontenibili.

I Maxmaber Orkestar sono: Max Jurcev: fisarmonica, voce; Alberto Guzzi: sax soprano, voce; Lucy Passante: violino; Matteo Zecchini: chitarre, voce; Alessandro Perosa: batteria e Fabio Bandera: basso, voce.


INFO/FONTE: Ufficio Comunicazione Casa della Musica di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>