Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Cultura > Musica > 18 Luglio 2014

Bookmark and Share

TrieteLovesJazz: grande musica per piccoli gruppi con Bearzatti-Comisso e Bisiak-Giangaspero-Zullian

Francesco Bearzatti (foto di Luca d’Agostino)

Trieste (TS) - Sempre in piazza Verdi, alle 21, a ingresso libero, TriesteLovesJazz continua con gli omaggi alla grande musica, che nella serata di sabato 19 luglio si annuncia di grande raffinatezza e di carattere cameristico.
Esordisce lo specialissimo duo composto dal grande Francesco Berarzatti al sax e al clarinetto (l’ancia più famosa d’Italia, più volte vincitore del Musica Jazz Award) in coppia con Angelo Comisso, visionario e romantico pianista triestino, noto ai più per il sodalizio con il celebre trombettista Stockhausen. Il progetto creato appositamente per TriesteLovesJazz è “M’illumino di senso” Trieste ’14.

Il lavoro musicale, dal titolo liberamente ispirato alla celebre poesia di Ungaretti, vuole essere un momento di riflessione su uno dei più tragici ed oscuri eventi del secolo scorso e della storia dell’ umanità: la Prima Guerra Mondiale, nella ricorrenza del centenario. Si tratta di una Suite, concepita in più quadri musicali, che descrive secondo la sensibilità dei due musicisti-compositori la vita interiore di un soldato al fronte. Paure, sgomenti, odii coercizzati, follie, angosce, nostalgie, attese, gioie fugaci e speranze... sono alcuni dei sentimenti evocati dai due autori.

A seguire un ponte tra Trieste e il Brasile si apre dalle sonorità proposte dal trio Bisiak Giangaspero Zullian (Tommaso Bisiak, flauto; Sergio Giangaspero, chitarra; Andrea Zullian, contrabbasso). La musica viaggia nello spazio e nel tempo e lo fa seguendo traiettorie imprevedibili. Quando accade – di solito – succede qualcosa di nuovo, che poi davvero nuovo non è. Questo progetto si mette sulle tracce di una storia di migranti, che hanno messo la loro cultura, la loro tradizione nella valigia e se la sono portata al di là di oceano. Ne risulta un programma affascinante e colorato, con tutta la freschezza di idee ed il calore espressivo del Sudamerica, e la raffinatezza della sapienza compositiva della tradizione europea.
Il trio, già più volte cimentato con la tradizione brasiliana, anche in versione solistica, affronta alcuni degli autori più significativi dello scenario musicale internazionale contemporaneo, appositamente rivisitato ed arrangiato dal trio, seguendo le sonorità tipiche del Brasile. Tra gli autori sono Jacques Ibert, Astor Piazzolla, Celso Machado.


INFO/FONTE: Ufficio Comunicazione Casa della Musica di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>