Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 19 Maggio 2014

Bookmark and Share

Più di 30mila presenze hanno festeggiato la decima edizione di Vicino/Lontano

Pubblico a Vicino /Lontano 2014

Udine (UD) - “Che mondo fa?” Vicino/Lontano 2014 se l’è chiesto nel corso della sua decima edizione e ha dilatato i confini spazio-temporali per un’indagine di undici giorni e un cartellone ricco di oltre cento appuntamenti, sette mostre, decine di incontri, dialoghi, lezioni magistrali, tavole rotonde, spettacoli, proiezioni e stage, articolati in quattro grandi aree tematiche – pensiero/memoria, utopia, denaro e differenze - con centinaia di ospiti italiani e internazionali. Lo sguardo sul mondo, declinato in una dimensione narrativa dinamica per osservare e raccontare, fra dialogo teatro e musica, l’attualità dei nostri giorni.

Da giovedì 8 a domenica 18 maggio, oltre 30mila spettatori hanno preso parte agli eventi del festival, spesso affollando gli spazi – una decina di location del centro storico udinese – con file lunghissime, come nel caso della lectio inaugurale con l’esperto di geopolitica Lucio Caracciolo, o per l’incontro scenico sulla burocrazia che, accanto al giornalista Gian Antonio Stella, ha visto protagonista il comico Natalino Balasso, chiamato in extremis a sostituire il collega Paolo Rossi. Un avvicendamento efficacissimo e ‘antiburocratico’, per ovviare a un impedimento last minute con una performance inedita, accolta dall’affettuoso entusiasmo del pubblico. «Sarà inevitabile, nel 2015, ripartire da una formula Xl che ci permette di articolare meglio il programma», hanno sottolineato i promotori di Vicino/Lontano: il direttore del progetto Marco Pacini, la curatrice Paola Colombo, il presidente dell’Associazione Vicino/lontano Alessandro Verona con la vice Franca Rigoni. «A dieci anni dall’avvio del festival, siamo consapevoli di essere diventati una realtà di riferimento per le istituzioni e le altre associazioni culturali del territorio – hanno ancora commentato gli organizzatori nel corso giornata conclusiva – E siamo lieti che il Comune di Udine ci abbia voluto coinvolgere per il triennio 2015/2017 in un ampio progetto intorno alla sostenibilità, e la nostra prospettiva di ragionamento si estende adesso al medio e lungo periodo e alla necessità di un ripensamento della struttura operativa dell’associazione, per renderla adeguata agli impegni futuri. Da dieci anni Vicino/Lontano caratterizza la sua azione con un forte apporto di volontariato culturale: un investimento che nel 2004 abbiamo ritenuto prioritario per dare il nostro contributo di passione, energia e risorse culturali e creative alla città di Udine. Lo testimonierà il bilancio della X edizione del festival che a breve sarà reso pubblico in rete».

Notevole il successo anche per il nuovo percorso di Vicino/Lontano Digital, un festival nel festival: sold out per gli incontri programmati sui temi legati alla rete e per i tre workshop al Friuli Future Forum. Una formula che certamente sarà confermata e potenziata per le edizioni a venire, integrando incontri e seminari, come ha anticipato il curatore Fabio Chiusi.

Momento memorabile di Vicino/Lontano 2014 è stata certamente la X edizione del Premio Terzani, che ha segnato l’incontro emozionante fra due autori, Mohsin Hamid e Pierluigi Cappello, capaci di raccontare in modo emblematico il loro e il nostro tempo, fra eco autobiografica e finzione narrativa, nel segno della grande lezione di Tiziano Terzani, scrittore e reporter.

Il ringraziamento di Vicino/Lontano va al pubblico, di cui si registra quest’anno il rinnovamento e ‘ringiovanimento’. E va naturalmente alle istituzioni che hanno sostenuto la manifestazione: fra i principali, la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alla Cultura e Turismo FVg, il Comune di Udine, la Camera di Commercio di Udine, la Fondazione CRUP e CariFvg.

Leggi le Ultime Notizie >>>