Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 10 Maggio 2014

Bookmark and Share

Vicino/Lontano 2014 discute di diversità linguistica e della Chiesa "nuova" di Papa Francesco

Papa Francesco

Udine (UD) - Il confronto sulla diversità linguistica e uno sguardo a più voci sulla rinnovata Chiesa del nostro tempo, guidata con slancio e passione da Papa Bergoglio, saranno i leitmotiv della terza giornata del festival Vicino/Lontano 2014, domenica 11 maggio a Udine.

Si parte alle 15.30, nella ex Chiesa di San Francesco con “Dopo Babele. L’Europa e le Lingue”, il dibattito a cura dell’ARLeF – Agjenzie regionâl pe lenghe furlane (Agenzia regionale per la lingua friulana), che vedrà protagonisti Giuseppe Corongiu, Patrizia Zavatti e Francesco Palermo, coordinati da William Cisilino e Giorgio Ziffer. Il rispetto della diversità linguistica costituisce un valore fondamentale dell’Unione europea, alla stessa stregua del rispetto per l’individuo, dell’apertura alle altre culture e della tolleranza. La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea vieta qualsiasi forma di discriminazione, compresa quella fondata sulla lingua (articolo 21), e sancisce il rispetto, insieme alla diversità culturale e religiosa, anche di quella linguistica (articolo 22). Quali sono dunque i compiti dei vari paesi europei in campo linguistico? L’interrogativo è cruciale anche in vista delle imminenti elezioni europee. Il rinnovato Parlamento dovrà confrontarsi anche con questi temi, in un delicato ‘equilibrio’ fra le lingue minoritarie e l’onnipresente inglese.

Alle 18, sempre nella ex Chiesa di San Francesco si prosegue con un dialogo di intensa attualità: quello dedicato allo straordinario pontificato di papa Bergoglio, capace di riportare una rinnovata Chiesa al centro della speranza del nostro tempo. La fede, la Chiesa, il potere e un Papa così titola il confronto che impegnerà Remo Cacitti, Don Pierluigi Di Piazza e Paolo Scarpi, coordinati dal docente di Storia delle religioni Nicola Gasbarro. La Chiesa vuole tornare ad essere comunità di fede e di speranza. Questo Papa, scavalcando un consolidato vaticano-centrismo per riprendere la vocazione missionaria del cattolicesimo, sconvolge le coscienze individuali e le certezze collettive di un’Europa ripiegata sul proprio immaginario. Francesco è capace di coniugare lo spirito evangelico con la precarietà economica e l’emarginazione delle differenze nel mondo globalizzato. La sua rivoluzione consiste nell’uscita dall’etnocentrismo occidentale, per testimoniare la ricchezza della diversità e far vivere la fede in modo rinnovato, a partire dalle periferie del mondo. L’efficacia del suo messaggio costringe tutti, credenti e non credenti, atei devoti e laici in ginocchio, a ripensare lo spazio pubblico dell’economia e della politica.

E ancora domenica, in collaborazione con il Teatro Club Udine e per il coordinamento di Gianni Cianchi e Angela Felice, Vicino/Lontano 2014 propone la seconda "maratona" di letture integrali dedicata ai testi vincitori del Premio Terzani 2014: dalle 15.30 alla Libreria Feltrinelli di via Canciani, riflettori sulle pagine di “Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente”, il libro di Mohsin Hamid edito Einaudi. La lettura sarà affidata in sequenza ad un coro di 35 voci, reclutate anche tra le fila degli attori-studenti del Palio Teatrale Studentesco.

Al festival alle 21, nell’ex Chiesa di San Francesco, torna l’appuntamento con “Accento” 100 minuti di idee & musica, a cura di p.én.lab. La serata di domani mette a fuoco l’obiettivo sul terzo settore: 100 minuti di progetti, visioni, sogni, idee e realizzazioni. 10 oratori, ognuno dei quali ha a disposizione 7 minuti per parlare, presentare, mostrare, mettere in scena, raccontare il proprio lavoro, la propria visione o la propria filosofia. Ogni volta, allo scadere dei 7 minuti, la musica live dello Strike Back Trio suona per 3 minuti. Introdotti da Franco Bagnarol, portavoce del Forum sul Terzo settore, e da Paolo Tomasin, docente allo IUSVE di Venezia, intervengono i portavoce di alcune tra le realtà più significative operative sul territorio, in ambiti diversi. La voce narrante fuori campo che fa da fil rouge tra gli interventi è di Matteo Ciotta.

E resta aperto 24 su 24 il Twitter’s Corner di Vicino/lontano 2014: per commenti, appunti e interazioni con festivVICINO/LONTANOal, rigorosamente in 140 caratteri utilizzando come hashtag #ilmioVl, rilanciato sul sito del Messaggero Veneto, del Piccolo e su altri spazi dedicati alla socialcreatività. I tweet ritwittati dall’account di Vicino/lontano vinceranno un libro messo a disposizione del supporter tecnico di Twitter’s Corner, la Libreria Tarantola di Udine.


INFO: www.vicinolontano.it

Leggi le Ultime Notizie >>>