Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 16 Novembre 2007

Science+Fiction: Moebius e i suoi “Voyage Fantastique”. E ancora Joe Dante, Marx Attacks e Nocturno

Moebius

Trieste (TS) - Science+Fiction: Moebius e i suoi “Voyage Fantastique”. E ancora Joe Dante, Neon, Marx Attacks e Nocturno
“Un caffè con…” Jean Giraud, più noto con lo pseudonimo di Moebius, uno dei più importanti autori di fumetti di tutti i tempi. Accadrà domani mattina, sabato 17 novembre, intorno alle 11 e 30, quando l’atteso ospite di Science+Fiction incontrerà il pubblico della manifestazione triestina. Con lui si parlerà di science fiction francese, con il proseguimento del progetto Voyage Fantastique. Dopo i mondi surreali di FantaEspana e l’assedio dei Brit-Invaders!, grande attenzione quest’anno è stata dedicata alla science fiction francese (in collaborazione con il Centro Culturale Francese di Milano e l’Ambasciata di Francia): un ricco calendario di proiezioni che hanno per minimo comune denominatore gli incroci tra fumetto e film di fantascienza. In particolare, Moebius introdurrà domani pomeriggio la visione di uno splendido capitolo nella filmografia di René Laloux, “Les Maitres du Temps”.
Jean Giraud, qui in veste di testimonial della retrospettiva è più noto con gli pseudonimi di Moebius e di Gir: ideatore per Pilote del celebre personaggio Blueberry, negli anni Settanta inizia a realizzare storie fantastiche dallo stile onirico (sua la serie “Il garage ermetico” con Jerry Cornelius, “Arzach” e “L'Incal” su testi di Alejandro Jodorowsky). Ha inoltre lavorato per il cinema su capolavori della fantascienza come Tron (1982), Alien (1979), The Abyss (1989) e Il quinto elemento (1997).
Nel pomeriggio, ancora in compagnia di Joe Dante, proseguiranno le proiezioni a lui dedicate, a partire da quella del suo splendido Matinee.
Sarà Roy Menarini a moderare l’incontro, dal suggestivo titolo “Ai confini della realtà” tra Dante e gli spettatori del festival, mentre in serata al regista di “Innerspace” verrà data letteralmente “Carta bianca” per presentare un capolavoro indiscusso della fantascienza cinematografica americana, come Assalto alla Terra di Gordon Douglas.
Proseguiranno intanto anche le proiezioni di “Marx Attacks!”, l’imponente retrospettiva dedicata al cinema fantastico sovietico. E, naturalmente, quelle di Neon, Anteprime e film in Concorso, ma anche cortometraggi (italiani ed europei in competizione).
Ancora due eventi speciali da segnalare. La notte si tingerà di rosso con il secondo evento organizzato in collaborazione con la rivista Nocturno Cinema. Alle 22.00 verrà proiettato “Rec” di Jaume Balagueró e Paco Plaza, un vero e proprio “inferno” dove le fiamme la faranno da padrone.
Dopo la mezzanotte sarà invece la volta di “The Call of Cthulhu” di Andrew Leman, film-omaggio a H. P. Lovecraft. Un solo film per celebrare il celeberrimo scrittore, un minimale omaggio cinematografico a Howard Phillips Lovecraft, ma crediamo sinceramente che il sognatore di Providence avrebbe preferito che fosse così. Un tavola rotonda guidata da Giuseppe Lippi ripercorrerà invece nel pomeriggio il solco di uno storico convegno su HPL, organizzato a Trieste nel 1977.

Questo il programma completo della giornata di domani, sabato 17 novembre:
11.30 - Un caffè con...
Sala Stucchi dell'Hotel Continentale – via San Nicolò, 15
Jean-Pierre Dionnet e Moebius incontrano il pubblico
15.00 - Omaggio a Joe Dante
Sala 4 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Matinee (USA, 1993, 99’) di Joe Dante – v.o.ing.sott.it. *
Gene Loomis, quindicenne appassionato i horror, non sta nella pelle per l’arrivo el regista Lawrence Woolsey, in città per presentare in anteprima Mant, toria di una creatura generata da un sperimento atomico fuori controllo. a l’assurda e fantastica visione di Woolsey si trasforma improvvisamente in era emergenza quando la crisi dei missili i Cuba diventa una reale minaccia.
A seguire:
Ai confini della realtà: incontro con Joe Dante
presentazione a cura di Roy Menarini
A seguire:
Mant! (USA, 1993, 20’)
15.15 - Neon
Sala 2 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Mushishi (Bugmaster, Giappone, 2006, 131’) di Katsuhiro Ôtomo – v.o.giap.sott.it.
Cercando di sopravvivere in un’epoca ossessionata dalla tecnologia, i Mushi gettano il loro malvagio incantesimo sugli esseri umani e sulla natura. Ginko, capelli precocemente bianchi, ha perso la propria giovinezza ed un occhio per studiare i Mushi. Come un medico ambulante, visita luoghi lontani per disfare i loro piani e curare le loro vittime. Nel frattempo, in un palazzo appartato, la bella Tanyu registra la storia delle creature. Tuttavia un giorno, l’inchiostro che utilizza per scrivere i suoi racconti finisce per permeare i suoi vasi sanguigni e tutti i caratteri scompaiono dalle sue preziose pergamene.
15.30 - Marx attacks!
Sala 6 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Cherez Ternii K Zvezdam (Per Aspera ad Astra, Urss,1981, 146’) di Richard Viktorov – v.o.rus.sott.it./ing.
L’esploratore Pushkin, viaggiando coraggiosamente in luoghi mai esplorati dall’uomo, trova nella profondità dell’oceano un vascello abbandonato pieno di corpi di umanoidi in decomposizione. C’è soltanto un membro dell’equipaggio che si è salvato, una ginoide di nome Niya, la quale chiede disperatamente aiuto agli umani per salvare il suo pianeta d’origine Dessa, severamente inquinato.
17.45 - Neon concorso
Sala 2 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
La Hora Fria (The Dark Hour, Spagna, 2006, 93’) di Elio Quiroga – v.o.sp.sott.it. *
Un gruppo di otto persone vive isolato in degli insediamenti che stanno andando a pezzi. Non possono abbandonare il complesso e vivono in un costante stato di allerta. Le scorte di cibo stanno finendo e le persone hanno necessità urgente di medicine e munizioni, ma per trovarle devono abbandonare la zona di sicurezza. Ciò che si nasconde al di fuori della piccola area abitata, però, è così minaccioso che non osano nemmeno parlarne.
18.15 - Neon Concorso
Sala 4 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
La Antena (Argentina, 2007, 90’) di Esteban Sapir – v.o.sp.sott.it./ing (R)
18.30 - Voyage Fantastique
Sala 6 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Humanos / Post-Humanos: incontro con Moebius
+ Les Maîtres du Temps (Francia/Svizzera/Ungheria/RDT, 1982, 78’) di René Laloux – v.o.fr.sott.it.*
Sul pianeta Perdide, un attacco di calabroni giganti lascia Piel – ancora bambino – da solo su un’automobile distrutta con il padre morente. Un messaggio di emergenza arriva al loro
amico Jaffar, un avventuriero che viaggia nello spazio. A bordo dell’astronave di Jaffar ci sono il Principe tradito Matton, la sua fidanzata e Silbad, che conosce bene il pianeta Perdide. È così che ha inizio un’incredibile corsa attraverso lo spazio per salvare Piel...
20.00 - Neon concorso
Sala 2 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Los Cronocrimenes (Time Crimes, Spagna, 2007, 88’) di Nacho Vigalondo – v.o.sp.sott.it./ing. *
Sceneggiatura/Screenplay Un uomo che viaggia per sbaglio indietro nel tempo e incontra se stesso. Una ragazza nuda nel mezzo della foresta. Un uomo strano con la faccia coperta da bende rosa. Un’inquietante villa in cima alla collina. Tutti pezzi di un imprevedibile puzzle dove terrore, dramma, suspence, porteranno a un impensabile crimine. Chi è l’assassino? Chi è la vittima?
20.15 - European Fantastic Shorts – concorso
Sala 4 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
selezione di cortometraggi fantastici europei 2006/2007 – concorso parte 2
21.30 - Marx attacks!
Sala 6 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Kin-Dza-Dza (URSS, 1986, 135’) di Georgi Danelya - v.o.rus.sott.it.
Due umani, Zio Vova e Skripach, si trovano per sbaglio su un altro pianeta dopo aver inavvertitamente toccato il pulsante sbagliato di un bizzarro marchingegno nelle mani di un strano vagabondo alieno. Il pianeta Plyuk nella galassia Kin-Dza-Dza assomiglia ad un deserto. Il paradosso di Plyuk è che la sua civiltà è molto più avanzata della nostra per quanto riguarda viaggi spaziotemporali, artiglieria, eccetera, ma dal punto di vista sociale vive in totale forma barbarica.
22.00 - Neon - evento speciale Nocturno
Sala 2 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Rec (Spagna, 2007, 85’) di Jaume Balagueró, Paco Plaza – v.o.sp.sott.it.
presentazione a cura di Malio Gomarasca
Un gruppo di reporter televisivi si affianca a una squadra di vigili del fuoco in servizio notturno, col compito di riprendere da vicino la vita di questi professionisti, il loro lavoro, le lunghe attese e le situazioni di estremo pericolo che possono incontrare. Il loro primo intervento è una chiamata in soccorso di un’anziana signora rimasta intrappolata nel suo appartamento per una qualche ignota ragione. Ma durante l’operazione di salvataggio qualcosa non va per il verso giusto, trasformando, inaspettatamente, un’azione di ordinaria routine in un vero e proprio inferno.
22.30 - Neon concorso
Sala 4 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
The 4th Dimension (USA, 2007, 82’) di Tom Mattera e Dave Mazzoni – v.o.ing.sott.it. (R)
00.15 - Omaggio a Joe Dante
Sala 2 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
Them! (USA, 1954, 90’) di Gordon Douglas – v.o.ing.sott.it.
presentazione a cura di Joe Dante.
Due poliziotti trovano una bambina n mezzo al deserto, in uno stato di profondo shock. Nelle vicinanze trovano na roulotte e un’unica traccia nella abbia, poi all’orizzonte sentono un grido
raggelante. Tornati in città, Drake sente di uovo quel grido, esce allora per strada e on verrà visto mai più. L’agente dell’FBI rness indaga e scopre che dei test atomici nel deserto hanno dato vita a una specie di formiche giganti
00.30 - Omaggio a H. P. Lovecraft
Sala 4 - Multiplex Cinecity – Torri d’Europa
The Call of Cthulhu (USA, 2005, 47’) di Andrew Leman – v.o.ing.sott.it.
Un professore morente lascia al proprio nipote una collezione di documenti che riguardano il culto di Cthulhu. Il nipote comincia a capire perché lo studio del culto affascinava così tanto suo nonno. Passo dopo passo comincia a mettere insieme le orribiliBlueberry implicazioni delle sue ricerche e ben presto si fa carico di investigare il culto di Cthulhu come se si trattasse di una crociata personale. Man mano che ricostruisce l’inquietante e terrificante realtà della situazione, la sua stessa sanità mentale comincia a vacillare. Alla fine deve passare la mano al suo psichiatra, che a sua volta sente il richiamo di Cthulhu.

Leggi le Ultime Notizie >>>