Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 04 Aprile 2014

Bookmark and Share

Pagine contemporanee da Bartók a Widmann per il Quartetto d’archi Gringolts

Gringolts Quartet

Monfalcone (GO) - La stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, martedì 8 aprile alle ore 20.45, con l’ultimo appuntamento di ‘900&oltre, la rassegna dedicata al repertorio contemporaneo e al Novecento storico. Protagonista della serata è il Gringolts Quartet, quartetto d’archi nato nel 2008 a Zurigo dal desiderio del violinista Ilya Gringolts di affiancare alla sua prestigiosa carriera di solista (Premio Paganini nel 1998) l’esperienza della musica da camera. Del Gringolts The Indipendent scrive: “equilibrio mirabile, estrema chiarezza delle voci che disegnano un tessuto musicale finissimo e di ampio respiro”.

Il Quartetto Gringolts è il punto d’incontro di quattro personalità artistiche provenienti da ambiti culturali ed esperienze professionali diverse: il russo Ilya Gringolts (violino), l’armena Anahit Kurtikyan (violino), prima parte nell’Orchestra dell’Opera di Zurigo, la rumena Silvia Simionescu (viola), primo premio ai concorsi internazionali di Brescia e Osaka, il tedesco Claudius Hermann (violoncello), primo violoncello dell’Opera di Zurigo.

Formazione in residenza negli ultimi anni a Schloss Elmau (Germania), il Quartetto ha ricevuto grandi elogi per i concerti dedicati a Mendelssohn, Beethoven e Ć ostakovič. Il debutto discografico nel 2011 con i Quartetti di Schumann, insieme al pianista Peter Laul, è stato accolto dagli eccellenti giudizi della critica discografica e la registrazione, in prima mondiale, del Quintetto di Walter Braunfels per due violoncelli, con David Geringas, è stata premiata con il Supersonic Award dal Magazine Pizzicato. Nel 2013 il Gringolts ha ricevuto l’ECHO Klassik, il premio più prestigioso della critica discografica tedesca, per la registrazione del Quintetto di Walter Braunfels e delle Metamorfosi di Richard Strauss nella versione per 7 strumenti.

In programma al Comunale un repertorio molto diversificato, il cui fulcro è costituito dal Quartetto op. 132 di Beethoven, uno degli ultimi grandi cinque quartetti, composto fra il 1824 e il 1825, che ha al proprio centro la “Canzona di ringraziamento offerta alla divinità da un guarito“.
In apertura di programma il Quartetto n. 3 di Béla Bartók (1927) e il recente Quartetto n. 3 di Jörg Widmann (compositore e clarinettista tedesco, classe 1973), intitolato Jadgquartett (La caccia), brano il cui titolo echeggia forse Mozart ma la cui apertura rimanda tematicamente a reminiscenze schumanniane.

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro (da lunedì a sabato, ore 17-19), l'agenzia Ticketpoint di Trieste, la Libreria Antonini di Gorizia, l'ERT di Udine e on line sul sito www.pointticket.it. La Biglietteria del Teatro (tel. 0481 494 664) accetta prenotazioni telefoniche.


INFO/FONTE:
Ufficio Comunicazione Teatro Comunale di Monfalcone
tel. 0481 494 369
teatro@comune.monfalcone.go.it
www.teatromonfalcone.it

Leggi le Ultime Notizie >>>