Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
"Che bellezza! Che finura! Miela Reina + Luigi Spazzapan. Relazioni d’arte"
Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan
Gradisca d'Isonzo
Dal 04/10/19
al 02/02/20
Mostra - Galleria Regionale d’Arte Contemporanea Luigi Spazzapan

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 27 Febbraio 2014

Bookmark and Share

La Società dei Concerti ospita al Politeama Rossetti il pianista Roberto Prosseda

Roberto Prosseda

Trieste (TS) - La Società dei Concerti propone, ricalcando l'ultimo concerto della stagione passata, dove Paul Lewis ha incantato suonando e spiegando Schubert, una lezione – concerto alla portata di tutti, anche ai non addetti ai lavori, incentrata sul protagonista di questo 82° cartellone: il grande Beethoven. Sarà il noto pianista Roberto Prosseda, proprio in virtù delle sue doti di divulgatore, oltre che sopraffino pianista, a spiegare lunedì 3 marzo al Teatro Rossetti di Trieste il mitico Beethoven attraverso due brani molto conosciuti: Sonata op.111 e Sonata al “Chiaro di luna” op. 27 n. 2.

Prima del concerto è prevista, alle 19, inoltre la presentazione del suo libro "Il pianoforte: guida all'ascolto del repertorio da concerto" (Edizioni Curci) nella Sala Bartoli del Politeama Rossetti.

Bach, Mozart, Beethoven, ma anche Debussy, Stravinsky, Gershwin. Suddiviso per autore, il volume (296 pagine) ripercorre con un linguaggio divulgativo i tre gloriosi secoli di storia dello strumento inventato nel Settecento dal genio di Bartolomeo Cristofori. Il risultato è un vademecum imperdibile per i musicisti e gli addetti ai lavori e insieme una lettura istruttiva e gradevole per il grande pubblico degli appassionati.

La prefazione è del Premio Oscar Ennio Morricone che descrive così il lavoro di Roberto Prosseda: “A distanza di trecento anni, l’importanza e la longevità del pianoforte sono testimoniate dal suo vasto e meraviglioso repertorio. Roberto Prosseda, che non e soltanto uno studioso ma anche un pianista attivo sulla scena internazionale, in questo agile manuale si fa carico di raccontarlo con competenza per condividerlo con i lettori, anche i meno esperti, con il nobile obiettivo di renderlo facilmente comprensibile da tutti”.

Nel cd allegato una selezione imperdibile delle pagine più belle per pianoforte, interpretate da solisti entrati nella leggenda.


Nato a Latina, classe 1975, Roberto Prosseda ha guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle sue incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Felix Mendelssohn, tra cui quella con il Concerto in mi minore con Riccardo Chailly e la Gewandhaus Orchester. Entro il 2013 avrà completato, sempre per Decca, la prima integrale completa della musica pianistica di Mendelssohn.

Ha suonato come solista con la London Philharmonic, la Gewandhaus Orchester, la Filarmonica della Scala, l’Orchestra Santa Cecilia di Roma, la New Japan Philharmonic, la Royal Liverpool Philharmonic, la Moscow State Philharmonic, la Bruxelles Philharmonic, e ha tenuto concerti alla Wigmore Hall di Londra, alla Philharmonie di Berlino, al Gewandhaus di Lipsia, al Teatro alla Scala di Milano.Dodici sue incisioni sono state incluse nei cofanetti “Piano Gold” e “Classic Gold” della Deutsche Grammophon (2010). Attivo nella promozione della musica italiana del Novecento e contemporanea, ha inciso l’integrale pianistica di Petrassi, Dallapiccola e Aldo Clementi.

Dal 2011 suona in pubblico anche il piano-pédalier, avendo riscoperto e presentato in prima esecuzione moderna il Concerto di Charles Gounod per piano-pédalier e orchestra con la Filarmonica Toscanini di Parma, e che ha rieseguito con i Berliner Symphoniker, la Staatskapelle di Weimar, l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana, la Lahti Symphony Orchestra.Roberto Prosseda è anche attivo come saggista e autore televisivo. Ospite regolare di Radiotre, ha curato alcune delle “Lezioni di Musica”, dedicate a Mozart, Mendelssohn, Schumann, Chopin. È autore e coproduttore di tre documentari per RAI Educational, dedicati rispettivamente a Mendelssohn, Chopin e Liszt, pubblicati in DVD per Euroarts. È autore del volume “Guida all’ascolto del repertorio pianistico”, in uscita per le Edizioni Curci. È coideatore e coordinatore artistico della rete di musicisti “Donatori di Musica”, presidente dell’Associazione Mendelssohn Italia e consulente artistico del Festival Pontino.


INFO: www.societadeiconcerti.net, tel 040.362408.

Leggi le Ultime Notizie >>>