Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 19 Gennaio 2014

Bookmark and Share

Trieste Film Festival 2014: il programma di lunedì 20 gennaio al Miela e alla Tripcovich

"LIFE WITH JESTER"

Trieste (TS) - Quarta giornata del festival diretto da Annamaria Percavassi e Fabrizio Grosoli. In sala Tripcovich si parte alle 14 con il concorso documentari con la proiezione di "ZIVOTI S KASPAREM" (Life with Jester) di Helena Trestikova. Da studente ventunenne leader della Rivluzione di Velluto nel 1989 a uomo di mezza età, la vita di Jakub Spalek, fondatore e direttore del teatro Kaspar di Praga, è sempre stata guidata e travolta dall'ossessione per il teatro.

Il documentario è la storia della ricerca di un equilibrio tra libertà, responsabilità e principi artistici. Una storia che ripercorre 23 anni della vita di un'intrigante personalità e di una figura chiave del teatro ceco.

Si prosegue alle 16 con altri due documentari in concorso: "WELCOME TO GAGAUZIA" di Vasili Vikhliaev. La Gagauzia, una sperduta regione della Moldavia, è un posto da cui tutti scappano: o meglio, quasi tutti. Sono rimasti Vasili, abbandonato dalla moglie, emigrata per lavoro da più di 6 anni; suo figlio Serghei, che da troppo tempo non sente la voce della madre; Anna che non riesce a rinunciare al suo passato e alle sue radici; Manjul, che non vuole andarsene e trova la libertà di esprimersi e di godere dei semplici piaceri che questa terra offre …

A seguire "ZABOJCA Z LUBIEZNOSCI" (The lust killer) del polacco Marcin Koszałka. È un film sulla lussuria, la perversione e i desideri nascosti, che dimostra come l'essenza dell'uomo spesso superi i confini e che molte persone siano accomunate da un senso di fascinazione nei confronti dei killer.

Alle 18 per il concorso lungometraggi "WHEN EVENING FALLS ON BUCHAREST OR METABOLISM" di Corneliu Porumboiu, premiatissimo regista rumeno. “L'ispirazione mi è venuta dall'esperienza di un amico regista che 10 anni fa mise tutti i soldi che aveva nella realizzazione del suo film e poi si bloccò improvvisamente a metà delle riprese”. C. P. Il film era in concorso all'ultimo festival di Locarno.

Alle 20 verrà proiettato "OKTOBER / NOVEMBER" in concorso nella sezione dei lungometraggi, dell'austriaco Götz Spielmann: “una delle grandi opportunità del cinema è quella di permettere a luoghi chiusi e paesaggi di essere qualcosa di più che banali sfondi su cui si svolge l'azione: possono rivelare la loro poesia, possono diventare essi stessi narrazione”, dice l'autore.

Alle 22: "KRUGOVI" (Circles) di Srdan Golubovic, lungometraggio fuori concorso che ha vinto il premio speciale della giuria al Sundance Film Festival e il premio del pubblico al festival di Sarajevo. Un film sulla vita di un gruppo di persone colpite da un tragico evento durante la guerra in Bosnia nel 1993. “Il film è ispirato a fatti reali. Quando ho sentito la storia di un soldato serbo che ha salvato la vita del suo vicino musulmano e per questo è stato picchiato a morte dai suoi compagni, dei soldati serbi, ho capito che dovevo raccontare questa storia, come un fatto unico tra le rare storie positive della guerra nella ex-Jugoslavia...” (D. Golubovic).

Al Teatro Miela alle 14 il programma di animazione.

Alle ore 16, in sostituzione della masterclass di GIANFRANCO ROSI che non potrà essere al festival perché malato, c'è la proiezione al Teatro Miela di "SACRO GRA", film-documentario che ha vinto alla Mostra del Cinema di Venezia il Leone d'Oro, confermando il momento eccezionale del “cinema del reale” in Italia.

Alle 18 evento speciale GRANDI MAESTRI & TRIESTE, omaggio a Franco Giraldi e Lino Miccichè. Si potrà vedere il documentario "DOC PORTRAIT: FRANCO GIRALDI" (work in progress) di Luciano De Giusti, che ricostruisce i momenti salienti dell'avventura cinematografica di Franco Giraldi, regista di film significativi del loro tempo, come La bambolona, o esemplari della sua cultura e sensibilità ,come La rosa rossa, Un anno di scuola, La giacca verde, La frontiera. Sulla sua rievocazione si innestano le testimonianze di collaboratori e compagni di strada come Kezich, Cosulich, Pirro, Lizzani, Antonutti, Bacalov, Laura Morante.

A seguire "LINO MICCICHÈ, MIO PADRE, UNA VISIONE DEL MONDO" di Francesco Miccichè. La vita di Lino Miccichè, intellettuale, critico e storico del cinema, saggista e organizzatore culturale, raccontata dal particolare punto di vista del figlio; con il racconto dell'intensa vita di Lino grazie anche al materiale inedito fornito dai Rai Teche e dall'Archivio del Movimento Operaio, si ripercorre un momento importante della storia del cinema italiano dalla fine degli anni 50 agli anni 2000. Attraverso questo percorso nasce la riflessione su una generazione di padri e su ciò che questi hanno lasciato ai figli.

Alle 20.30 un evento speciale e una nuova collaborazione del festival, quella con SKY Arte: TRIESTE FF ARTHOUSE, con SHIRLEY – VISIONS OF REALITY di Gustav Deutsch, una serie di scatti dalla vita di un'attrice immaginaria di nome Shirley che servono a fondere insieme 13 dipinti di Edward Hopper in una sintesi di pittura e cinema, storia politica e storia personale.

Alle 22 OMAGGIO A SERGEI PARADJANOV con il documentario di Levon Grigorjan VOSPOMINANIJA O “SAYAT NOVE”, in cui sono inseriti 30 minuti di immagini inedite, ritrovate in archivio e ritenute perse per molti anni, del film Sayat Nova. Il titolo del documentario era il titolo che inizialmente Paradjanov avrebbe voluto dare al film.

A seguire SAYAT NOVA di Sergei Paradjanov, uno dei più grandi capolavori del XX secolo che ebbe gravi problemi con la censura sovietica. Il film è la biografia del trovatore armeno Sayat- Nova. Lo spettatore osserva il poeta crescere, innamorarsi, entrare in un monastero e morire ma tutti questi eventi sono rappresentati grazie alla ricchezza figurativa delle immagini di Sergej e alle poesie di Sayat Nova.

Alle 18 e alle 20 nella sala video del Teatro Miela si potrà rivedere in replica tutto il programma dei cortometraggi in concorso.


INCONTRI CON GLI AUTORI
Caffè San Marco Via Cesare Battisti, 18

LUNEDÌ 20 GENNAIO, ORE 11:00
11:00 Roman Jarosz PLYNACE WIEZOWCE (Floating Skyscrapers) produttore / producer
11.30 Mladen Kovacevic ANPLAGD (Unplugged) regista / director
12:00 Olena Fetisova PARADJANOV regista / director
12:30 Matyas Prikler DAKUJEM, DOBRE (Fine, Thanks) regista / director
13:00 Nadeshda Brennicke BANKLADY attrice / actress


Informazioni sul sito del festival, www.triestefilmfestival.it.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Trieste Film Festival

Leggi le Ultime Notizie >>>