Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 04 Gennaio 2014

Bookmark and Share

"I giorni di Trieste": il 12 gennaio nuovo appuntamento sul tema "1918, finis Austriae"

I giorni di Trieste

Trieste (TS) - Proseguono gli appuntamenti con “Lezioni di Storia”, promosse dal Comune di Trieste, ideate dagli Editori Laterza, realizzate con il sostegno di AcegasAps Società del Gruppo Hera e con la collaborazione de Il Piccolo. Nove lezioni per il ciclo “I giorni di Trieste”, affidate ad alcuni tra i maggiori storici italiani e introdotte dai giornalisti Alessandro Mezzena Lona, Arianna Boria, Pietro Spirito, Fabio Amodeo, Claudio Ernè.

Il ciclo di lezioni su “I giorni di Trieste” vuole restituire ad un ampio pubblico la complessità della storia di Trieste attraverso temi che hanno segnato il passato della città e hanno delineato la sua identità storica e culturale, dall’antichità all’età contemporanea.

Il prossimo incontro sarà domenica 12 gennaio, sempre alle ore 11.00, nella Sala Grande del Teatro Verdi, su “La città della cultura - 1918: Finis Austriae”, con Quirino Principe: ha insegnato Storia della musica all'Università di Trieste, attualmente insegna Filosofia della musica all'Università di Roma Tre. Introduce Alessandro Mezzena Lona.

Gli anni Venti rappresentano l'epoca delle maggiori e più destabilizzanti novità apparse in Europa nel Novecento. Il 1918 ne è la porta d'ingresso. Per Trieste si presentano tante nuove realtà: la fine di un lungo dominio soltanto in parte sentito come "straniero", l'annessione a uno Stato italiano per la prima volta esistente nella storia, una vocazione internazionale "capovolta" per cui ciò che prima era il "dentro" diviene il "fuori" e viceversa. Crescono intelligenze nuove nel campo della psicoanalisi, della musica, della letteratura. La 'finis Austriae' è, in germe, la nascita del mito absburgico, paradigma di una legge dello spirito: la grandezza deve morire, per poter vivere.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>