Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 14 Dicembre 2013

Bookmark and Share

“Scabiosa Trenta” e “Hells Bells Speleo Award”: i concorsi scadono il 31 dicembre

Associazione Monte Analogo

Trieste (TS) - In parallelo alla ventiquattresima edizione della rassegna internazionale "ALPI GIULIE CINEMA" organizzata dall’Associazione “Monte Analogo” si terranno come di consueto a Trieste i due concorsi Premio “La Scabiosa Trenta” e “HELLS BELLS – Speleo Award”.
Il termine ultimo per la presentazione scade il giorno 31 dicembre 2013. Il materiale dovrà pervenire presso la sede organizzativa.
Per l'iscrizione scaricare i bandi di concorso e le schede di partecipazione dal sito www.monteanalogo.net.

Monte Analogo (dal titolo dell’omonimo libro di René Daumal, un classico della letteratura di montagna) è il nome assunto dall’Associazione costituita a Trieste, che opera in tutta la Regione Friuli Venezia Giulia, e che mira a sviluppare e dare un nuovo impulso alla divulgazione, alla didattica e alla diffusione di immagini e materiale riguardo alle vette di tutto il mondo e ai protagonisti di viaggi, spedizioni e attività sportive nell’ambito di un percorso dell’impegno ambientale. Monte Analogo, in molti anni di organizzazione di rassegne cinematografiche e concorsi con tema la cultura e gli sport della montagna, ha accumulato un patrimonio di filmati di alpinismo, speleologia, esplorazione, ricerca etnografica, esperienze terapeutiche, scalate estreme… da tutto il pianeta, in files e dvd dal 1989 ad oggi. Si tratta di oltre 300 documenti video, praticamente irreperibili per comuni cittadini, se non presso rari i circuiti specializzati, che l’associazione mette a disposizione ai soci e a tutti i cittadini, giornalisti, studiosi, giovani appassionati attraverso la Mediateca della Montagna organizzata nella propria sede di via Fabio Severo 31 a Trieste, in collaborazione con i volontari di ARCI Servizio Civile.

Il Premio “la Scabiosa Trenta”, riservato alle produzioni cinematografiche di autori originari delle regioni alpine del Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Carinzia dedicate alla montagna (sport, cultura e ambiente) verrà consegnato il 20 febbraio 2014 al Bar Libreria KNULP quando verranno proiettate le produzioni premiate dalla giuria, formata da autorevoli operatori nel campo della comunicazione, della cultura ed esperti della montagna.
Il nome del premio richiama il fiore alpino immaginario cercato per una vita dal grande pioniere delle Alpi Giulie, Julius Kugy.
Un artista scelto nell'ambito regionale interpreta questo fiore che costituisce il principale riconoscimento del concorso. Viene assegnato anche un premio per il miglior soggetto, intitolato alla memoria di Luigi Medeot, direttore della rivista “Alpinismo Goriziano” e componente del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna). Il Premio è giunto alla ventesima edizione.

Le produzioni premiate nelle precedenti edizioni sono state nel 1994 “Namastè Annapurna” di M. Svetel (Slovenia), nel 1995 “Vivere è un pericolo mortale” di V. Armar Stih (Slovenia), nel 1996 “Insieme sulle vette” di M. Arnez (FVG), nel 1997 “Timavo: un fiume da proteggere” di G. Penco (FVG), nel 1998 “Una Salita tra le Giulie” di G. Gregorio (FVG), nel 1999 “Camanchaca” di T. Miklautsch (Carinzia), nel 2000-1 “Valentin Stanic” di M. Svetel (Slovenia), nel 2002 “Ski-Everest” di J. Stucin (Slovenia), nel 2003 “Mednarodno Leto Gora” di M. Svetel (Slovenia), nel
2004 “Terske doline in gore” di M. Svetel (Slovenia), nel 2005 “Oxus – Montagne per la pace” di G. Gregorio (FVG), nel 2006 “Oltarji Spika” di B. Mašera (Slovenia), nel 2007 “L’uomo di stregna” di P. Rojatti – A. Petricig (FVG), nel 2008 “Dezela serp” di M. Zbontar (Slovenia), nel 2009 “On the sunny side of the Alps” di J. Burger (Slovenia), nel 2010 “ Giusto Gervasutti, il solitario signore delle pareti” di G. Gregorio (FVG), nel 2011” Trenutek Reke/Il Tempo del Fiume" di A.Medved e N. Veluscek (FVG), nel 2012 “Sfinga” di V.Anzeljc e G. Kresal (Slovenia), nel 2013 "Wild one – A story of Philippe Ribiere” di J. Breceljnik (Slovenia).

Dal 2012 si tiene inoltre, in collaborazione con la Commissione Grotte Eugenio Boegan – Società Alpina delle Giulie, Sezione CAI di Trieste, “HELLS BELLS – Speleo Award”. Ultimo nato della “famiglia” Alpi Giulie Cinema il concorso è dedicato specificamente a documentari, reportages e fiction di speleologia: girati dunque nel complesso e molto poco sconosciuto mondo ipogeo. Creato appena da due anni il premio ha avuto immediatamente un grande successo, sia di pubblico, anche internazionale, sia di opere presentate, le quali hanno messo lo spettatore davanti a una vera e propria maratona visiva di oltre 7 ore! con filmati da Slovenia, Croazia, Francia, Inghilterra, Messico e naturalmente Italia. Non a caso, alcune “campane” (premi) nelle prime edizioni sono andate anche a produzioni inglesi e messicane. Il concorso ha visto premiati infatti nel 2012 “Esa Caves” (Italia) con la “campana d’oro” e “Shaft” (Inghilterra) con la “campana d’argento”, nel 2013 “Naica, un lugar en la memoria” (Messico) con la “campana d’oro” e “Il sogno carsico di Istettai” (Italia) con la “campana d’argento”. Le produzioni premiate verranno proiettate al Teatro Miela il 13 febbraio 2014.

La ventiquattresima edizione della Rassegna Alpi Giulie Cinema inizierà giovedì 6 febbraio 2014 al Teatro Miela con una serata dedicata all’alpinismo, climbing e avventura di montagna, grazie al contributo del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trieste.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Monte Analogo

Leggi le Ultime Notizie >>>