Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 19 Agosto 2013

Bookmark and Share

“Beati gli xxx perché saranno i primi”: si chiude la decima edizione di FilmMakers al Chiostro

Scena da “Exit” di Pepe Botias

Pordenone (PN) - “Beati gli xxx perché saranno i primi” è l’ultimo appuntamento dell’edizione X di FMK, martedì 20 agosto alle 21.30 al chiostro di San Francesco di Pordenone. Il Festival di Cinemazero – realizzato con la partnership progettuale di Banca FriulAdria Crédit Agricole e inserito nel calendario di Estate in città del Comune di Pordenone – chiude con gli ultimi corti in concorso e la proiezione del lavoro frutto del workshop tenuto da Vincenzo Gioanola e naturalmente le premiazioni.

“Rigor” di D. Galàn Galindo e O. Arenas (Spagna), “Rumore bianco” di Alessandro Porzio (Italia), “Exit” di Pepe Botias (Spagna), “L’esecuzione” di Enrico Iannaccone e “The devil” di Jean.Gabriel Périot saranno gli ultimi corti che il pubblico sarà chiamato a votare, prima di conoscere i nomi dei vincitori del Premio del Pubblico e di quello della Giuria, per il miglior cortometraggio e il miglior corto-cortissimo.

Illustre tradizione di FMK sono gli incontri con ospiti, addetti ai lavori e autori e durante la serata gli spettatori potranno sentire le parole di Federico Zampaglione, cantante dei Tiromancino e regista, che è stato presidente della giuria della sezione Horror e dei corti e cortissimi. Ospite in passato anche di Cinemazero, Zampaglione, dopo la fama raggiunta per il suo impegno musicale ha saputo ritagliarsi un posto importante anche in ambito cinematografico, in particolar modo nel versante horror, dove è ormai una figura di riferimento che ha avuto il merito di contribuire largamente a riportare l’attenzione su questo genere.

Parteciperà alla serata anche un’altra giurata: Chiara Omero, vera intenditrice ed esperta in ambito cortometraggi, essendo presidente di Maremetraggio. Chiude la serata il concerto organizzato dagli Amici di Bambi, che portano sul palco I Gonzalo, un quartetto acustico composto da due chitarristi, un violinista-pianista e una voce, che si allarga però con il tempo ad un batteristi, un altro pianista e aggiunge infine un synth. Il risultato sono brani che spaziano dal folk al pop, con punte rock.


INFO/FONTE: Cinemazero / Ufficio Stampa

Leggi le Ultime Notizie >>>