Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Incontri > 16 Agosto 2013

Bookmark and Share

Visita dell'assessore regionale Gianni Torrenti al CDM

Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana e Dalmata

Trieste (TS) - “La cultura costituisce un diritto fondamentale dei cittadini, la crescita culturale di una società è la premessa indispensabile per rendere più solida, libera e plurale una democrazia”. A sostenerlo è Gianni Torrenti, Assessore regionale alla Cultura che continua a ribadirlo dopo la sua elezione in FVG, puntando sul concreto, intervenendo sulle leggi e la semplificazione dei rapporti amministrativi. Una linea che ha espresso anche all’incontro dei giorni scorsi con il Centro di Documentazione Multimediale della Cultura Giuliana Istriana Fiumana e Dalmata rispondendo all’invito del Presidente Renzo Codarin che l’ha accolto con una delegazione allargata di collaboratori e sostenitori dell’attività del CDM.

Al centro del colloquio la necessità di nuove sinergie per dare linfa e respiro ad una realtà che, vivendo di sostegno pubblico, ha bisogno di tessere nuove reti per meglio inquadrare il proprio impegno. Il Presidente Codarin ha illustrato l’attività del CDM anche attraverso l’impegno di FederEsuli nel definire le regole di finanziamento e rendicontazione per rendere più agevole il rapporto con l’amministrazione pubblica e continuare ad operare con serenità. Dal 2014 – è stata la risposta dell’Assessore Torrenti – entro i primi mesi dell’anno verrà corrisposto – secondo il nuovo regolamento già votato in Regione – il 70 per cento del finanziamento dovuto ed il resto a rendicontazione di metà anno. Nuovi parametri che dovrebbero assicurare serenità di produzione culturale ma anche avvicinare maggiormente i cittadini alla cultura. Dove c’è spazio e unità d’intenti – ha detto inoltre – si possono trovare sinergie che permettano di lavorare insieme riducendo le spese ma senza rinunciare alla qualità ed al livello alto dei risultati.

Due i momenti fondamentali dell’attività del CDM illustrati all’Assessore regionale alla Cultura: il primo riguarda la diversa organizzazione del sito del CDM, www.arcipelagoadriatico.it, che si sta fornendo di moderni strumenti per essere visibile su smartphone sviluppando nuove App per una più veloce e approfondita consultazione. Uno dei punti cardine saranno gli itinerari da consultare durante i viaggi in Istria, Fiume e Dalmazia con guide aggiornate ai monumenti, la storia, i percorsi. I tanti contenuti che compongono il portale diventeranno un data base al quale attingere in modo veloce, facile ed intuitivo. Il secondo progetto al quale il CDM sta lavorando è la Bancarella, salone del Libro dell’Adriatico orientale che si svolgerà dal 17 al 22 ottobre prossimo alla Galleria Tergesteo di Trieste con un fitto programma di incontri, dibattiti, spettacoli, letture e giochi per i più piccoli.

L’Assessore Torrenti ha suggerito alcune collaborazioni immediate, richiamando inoltre l’attenzione sui progetti europei che rappresentano una possibile via per realizzare progetti congiunti.

Leggi le Ultime Notizie >>>