Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 15 Luglio 2013

Bookmark and Share

"Musei di Sera 2013": al via i primi appuntamenti a Palazzo Gopcevic e al Museo Sartorio

Civico Museo Sartorio

Trieste (TS) - Primi appuntamenti, martedì 16 luglio al Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl” e mercoledì 17 luglio al Civico Museo Sartorio con Musei di Sera 2013, la manifestazione inserita nel cartellone di «Trieste Estate» che ripropone la formula delle aperture serali di alcune sedi museali il martedì ed il mercoledì dalle 20 alle 23.

Al centro di questi primi due appuntamenti, saranno le visite guidate alle mostre «Trieste a Teatro 1913», recentemente inaugurata la settimana scorsa presso il Museo Teatrale ed alla mostra «Giuseppe Bernardino Bison. Un pittore dalla fantasia inesauribile nella Trieste neoclassica», allestita al Museo Sartorio.
Martedì 16 luglio, al Museo Teatrale, le visite guidate alla mostra «Trieste a Teatro 1913», a cura del Conservatore Stefano Bianchi, avranno inizio alle 20.30 ed alle 22.00. L’esposizione si inserisce nel contesto delle manifestazioni messe a punto dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste sul tema «Trieste 1913» ed è strettamente connessa con lo spettacolo «1913. A teatro, prima della notte», scritto e diretto da Franco Però, che sarà in scena al Teatro Verdi giovedì 18 luglio, con inizio alle ore 20.30.

«Trieste a Teatro 1913» ‘mette in mostra’ una città - qual era la Trieste del 1913 - animata da una vita teatrale impressionante per quantità, qualità e varietà. Veri cardini della vita sociale e culturale cittadina, il “Verdi” e il “Rossetti”, il “Fenice” e l’“Eden”, la Società Filarmonico Drammatica presso il Ridotto del Teatro Verdi, il Teatro Sloveno all’interno dell’Hotel Balkan e lo Schiller Verein nella sua sede di Palazzo Stratti inanellano una lunga catena di opere e concerti, spettacoli di prosa, di varietà e di circo, nonché di proiezioni cinematografiche.
Contemporaneamente alle visite guidate alla mostra, si svolgono quelle alle collezioni permanenti del Museo, a cura di Elisabetta Buffulini, Emilio Medici e Cristina Zacchigna, con la partecipazione dei giovani musicisti partecipanti all’«International Summer School Violin Cello Chamber Music», in corso di svolgimento presso il Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, sotto la guida dei maestri Armin Sešek, Vasilij Meljnikov e Vasja Legiša.
Si accede al Museo con il normale biglietto di ingresso: intero 4,00 euro; ridotto 3,00 euro; gratuito per i bambini fino a 6 anni non compiuti.

Mercoledì 17 luglio, al Museo Sartorio, due le visite guidate in programma, a cura di Anna Krekic: alle 20.30 alla mostra «Giuseppe Bernardino Bison. Un pittore dalla fantasia inesauribile nella Trieste neoclassica»; alle 22.00 alla dimora storica.
Nato a Palmanova nel 1762 e formatosi a Venezia, nel 1802 Bison si trasferisce a Trieste. Qui si afferma quale autentico punto di riferimento all’interno del panorama artistico locale, in virtù delle decorazioni ad affresco eseguite in palazzo Carciotti, in palazzo della Borsa vecchia, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Il Museo Sartorio, sede della mostra, conserva, oltre alle tre sopraporte della stanza da pranzo al primo piano. Il numero più cospicuo di tempere di Bison attualmente in collezioni pubbliche (Museo Revoltella, Fondazione CRTrieste, Fondazione Palazzo Coronini Cronberg di Gorizia, Fondazione CR Padova e Rovigo) e private, costituisce il corpus di opere presenti in mostra: novanta dipinti, realizzati perlopiù durante il suo periodo triestino, suddivisi in sezioni tematiche, ai quali si aggiungono alcuni disegni di Giambattista Tiepolo, a conferma del legame, mai reciso, di Bison con la tradizione figurativa lagunare.
Si accede al Museo con il normale biglietto di ingresso: intero 6,00 euro; ridotto 4,00 euro; gratuito per i bambini fino a 6 anni non compiuti.

Le aperture serali del Museo Teatrale saranno riproposte martedì 23 luglio, 20 e 27 agosto e 3 settembre; quelle al Museo Sartorio mercoledì 24 luglio, 21 e 28 agosto e 4 settembre, intrecciandosi con quelle del Civico Museo di Storia ed Arte e Orto Lapidario di Via della Cattedrale (martedì 30 luglio, 6 e 13 agosto) e del Civico Museo di Arte Orientale (mercoledì 31 luglio, 7 e 14 agosto).


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Leggi le Ultime Notizie >>>