Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Il Rinascimento di Pordenone Con Giorgione, Tiziano, Lotto, Jacopo Bassano e Tintoretto
Pordenone
Dal 25/10/19
al 02/02/20
Mostra Pordenone
PICCOLO TEATRO CITTÀ DI SACILE E UTE DI SACILE E ALTOLIVENZA INSIEME PER L’EVENTO “LEONARDO&FRIENDS"
Palazzo Ragazzoni - Villa Frova
Sacile - Caneva
Dal 17/11/19
al 30/11/19
Leonardo
Concerti Aperitivo: 17 novembre 2019, Gorizia, Trio flauto, viola e violoncello
Palazzo De Grazia
Gorizia
Il 17/12/19
Tommaso Bisiak

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Laguna in Tecja Laguna in tecja 2019
Grado (GO)
Dal 26/10/19
al 15/12/19

Cultura > Musica > 06 Luglio 2013

Bookmark and Share

Società dei Concerti 2013-2014: torna l'esecuzione integrale delle nove sinfonie di Beethoven

di Claudio Bisiani

Frank Shipway

Trieste (TS) - Avvicinare la musica ai giovani e i giovani alla musica. E' questo lo slogan dell'82° cartellone della Società dei Concerti di Trieste, in programma al Politeama Rossetti dal 4 novembre 2013 al 28 aprile 2014. Una stagione ricca di novità che vedrà in primis il ritorno nella nostra città, dopo quasi vent'anni, dell'esecuzione integrale delle nove sinfonie di Ludwig Van Beethoven grazie al progetto denominato “Nove”, ideato dal direttore artistico della SdC Giovanni Baldini e realizzato con il supporto del Teatro lirico “Giuseppe Verdi”.
«Per la prima volta - ha sottolineato Nello Gonzini, presidente della SdC - prende vita la collaborazione fra il nostro sodalizio e il Verdi, essenziale per coronare lo sforzo che da molti anni stiamo portando avanti per avvicinare i giovani e gli studenti alla musica classica. Il progetto “Nove” vuole iniziare dalla musica sinfonica, nel caso specifico dalla straordinaria forza e passione di Beethoven, per poi proseguire con la musica da camera, forse più impegnativa e complessa». E proprio per consentire ai giovani la più ampia fruizione del progetto e dell'intera prossima stagione musicale, la Società dei Concerti lancia una campagna tesseramento under 35, al “prezzo young” di soli 50 euro, che consentirà di assistere a tutti i 12 concerti in cartellone i lunedì sera al Rossetti. Un cartellone, fra l'altro, studiato per avvicinare anche i non habitué del genere, con quattro proposte «di forte impatto emotivo e facilmente godibili».

La scelta di Beethoven è stata quasi obbligata e naturale, ha spiegato Giovanni Baldini, poiché il grande compositore tedesco «è storicamente un “culto”, è un'elevazione, è un simbolo assoluto di miglioramento». Il progetto “Nove” – che avrà un percorso pluriennale, con sei concerti in sei anni, fino al 2020 – prenderà il via lunedì 11 novembre con l'esecuzione delle Sinfonie n.4 e n.5. Lo straordinario evento sarà arricchito da altre iniziative mirate, che andranno ad integrare il progetto al fine di sensibilizzare e coinvolgere direttamente il pubblico, in particolare quello giovanile. Prima di ogni concerto, ad esempio, verrà indetta una “Settimana Beethoveniana” nella quale sono previsti incontri, lezioni, tavole rotonde e conferenze in collaborazione con importanti musicologi e artisti di levatura internazionale. Ogni singolo evento inoltre verrà ripreso e immortalato in un documentario, curato dall'associazione Blooperslab, che sarà poi veicolato nelle scuole. E sempre in alcune scuole cittadine la SdC ha in programma un ciclo di lezioni propedeutiche all'ascolto rivolte agli studenti. Un ulteriore modo per avvicinare il pubblico più giovane alla musica classica, coinvolgendolo in modo diretto e propositivo.

Il cartellone 2013-2014 della Società dei Concerti offrirà proposte multiformi e quanto mai diversificate, a cominciare dall'esibizione di Richard Galliano e la Camerata Ducale che il 4 novembre aprirà ufficialmente la stagione concertistica con un programma che spazierà da Bach e Vivaldi fino al tango argentino. Gli altri tre concerti pensati per i non habitué vedranno in scena l'Orchestra del Teatro Verdi diretta dal maestro Frank Shipway, il Janas Ensemble & Arion Consort nel concerto Mysterium Cosmographicum e il pianista Roberto Prosseda che presenterà una lezione-concerto sulle sonate “Al chiaro di luna” e op.111 di Beethoven.
I restanti appuntamenti in cartellone vedranno protagonisti alcuni nomi di spicco della musica cameristica nazionale e internazionale. Su tutti quelli delle giovani pianiste Beatrice Rana, medaglia d'argento al concorso Van Cliburn 2013, e Yulianna Avdeeva, vincitrice del concorso Chopin di Varsavia nel 2010. E ancora il violoncellista brasiliano Antonio Meneses, il talentuoso violinista norvegese Henning Kraggerud e alcuni ensemble di fama mondiale come il Quartetto Jerusalem e il Quartetto Ebene.

Nel corso della stagione 2013-2014 verrà inoltre consolidata la collaborazione con l'International Chamber Music Academy di Duino – la scuola duinese dello storico Trio di Trieste, adesso affidata al Trio di Parma – che porterà in scena alcuni dei suoi migliori allievi (10 febbraio) e parteciperà alla “Settimana Beethoveniana”. Con Wunderkammer invece verrà avviata una nuovaBeatrice Rana partnership per promuovere la musica antica attraverso una serie di concerti da camera nelle case private. Una tradizione che ha contraddistinto la vita culturale triestina d'un tempo.

Per ulteriori informazioni sul cartellone della prossima stagione della Società dei Concerti di Trieste e sul progetto “Nove” è consultabile il sito www.societadeiconcerti.net.

Leggi le Ultime Notizie >>>