Home News & Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 21 Maggio 2013

Bookmark and Share

“Voliamo la pace”: concerto per il centenario della Prima Guerra Mondiale

Vlado Kreslin

Savogna d’Isonzo (GO) - Il “bunker” della prima guerra mondiale all’interno della cantina vinicola "Castello" di Rubbia” a San Michele del Carso –(Savogna d’Isonzo) sarà il suggestivo palcoscenico del concerto ideato per ricordare in musica il 100° anniversario della prima guerra mondiale. “Voliamo la pace”, in programma giovedì 23 maggio con inizio alle 20.30, si inserisce nel nell’ambito di CARSO 2014+ progetto che individua nel Carso isontino il luogo di fusione fra gli elementi del paesaggio e quelli della memoria storica delle zone che furono teatro della Prima Guerra Mondiale, con l’obiettivo di arrivare alla creazione di un vero e proprio museo a cielo aperto. Protagonisti del concerto - che si inserisce anche nel calendario della mostra in programma a San Michele del Carso fino a fine giugno “Ungaretti e l’albero isolato” - sono il noto cantautore sloveno Vlado Kreslin di Lubiana e la cantante Gabriella Gabrielli accompagnata dai musicisti Diego Todesco (chitarra), Maurizio Veraldi (organetto) e Sasa Debelec (contrabbasso).

“Voliamo la pace”, titolo simbolicamente utilizzato per ricordare in musica il centenario della prima guerra, riprende letteralmente una scritta graffiata nella roccia del carso isontino in prossimità delle Gallerie del Brestovec, e ritrovata durante i lavori di ripulitura e ripristino della galleria e dei percorsi di guerra adiacenti. Non è l’unico caso di una scritta che inneggia la Pace ritrovata nelle trincee della Prima Guerra mondiale: “nel 1917 voliamo la pace” è stata presa, però, a simbolo di un desiderio condiviso da tanti militari al fronte, che rischiavano probabilmente la vita per lasciare queste tracce di una pace desiderata, voluta, ma anche da far ‘volare’ alta sopra gli eserciti.

Considerato una sorta di Fabrizio De André sloveno Vlado Kreslin ha alle spalle trent'anni di musica rock'n'roll. La sua carriera come autore è iniziata invece circa dieci anni fa. Contemporaneamente alla composizione si è dedicato alla ricerca delle origini della tradizione musicale di Prekmurje, la regione slovena dove è nato. E' proprio vero, Vlado Kreslin, l'amico di Alla Taylor, con la sua chitarra nera ha scritto e interpretato musica per almeno tre generazioni di sloveni. La “prima donna della canzone goriziana”, Gabriella Gabrielli, dal ’95 è la voce e l’anima del gruppo etnico “Zuf de Zur”. Da anni è impegnata nella lettura del patrimonio culturale delle terre di frontiera, con l’intento di fondere ricchezze sonore e linguistiche di territori crocevia di popoli e di culture.

Il concerto sarà anche un’occasione per la cantina Il Castello di Rubbia, di presentare una selezione della sua produzione più pregiata. Per il concerto, a ingresso libero, è necessaria la prenotazione presso il Kulturni dom di Gorizia (via Brass 20 – tel. 0481 33288) info@kulturnido.it.

L'iniziativa è promossa dalla Provincia di Gorizia nell’ambito del progetto Carso 2014 “ Via di Pace – Pot miru”, in collaborazione con la Provincia di Trieste, la Provincia di Udine, i Comuni di Gorizia, Nova Gorica, Kanal ob Soci, Sempeter – Vrtojba, Savogna d’Isonzo, il Kulturni dom di Gorizia ed il circolo culturale Danica di San Michele del Carso.

Leggi le Ultime Notizie >>>