Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 08 Maggio 2013

Bookmark and Share

Vicino/Lontano 2013 si apre con l'"Homo eroticus" di Maffesoli e l'Inferno Tour di Cerno-Makkox

Tavola di Makkox (Vicino/Lontano 2013)

Udine (UD) - Il nostro tempo “tribale”, intessuto di un “vitale arcaismo” e dove l’adattamento della specie a buon titolo si identifica con l”homo eroticus” saranno al centro della prima giornata di Vicino/Lontano festival, di scena da giovedì 9 a domenica 12 maggio in un fitto cartellone di dialoghi, incontri e confronti sul “mondo che cambia”.

Dopo la cerimonia inaugurale, prevista domani, giovedì 9 maggio, alle 19 nella Chiesa di S. Francesco, sarà il sociologo francese Michel Maffesoli, fresco autore, in Francia, di un libro che ha fatto molto discutere la società e i lettori di Oltralpe, a inaugurare alle 19.30 il cartellone della 9^ edizione del festival, con una lectio dedicata appunto all’”Homo eroticus”. «La realtà del tribalismo è sotto gli occhi di tutti, accecante, nel bene e nel male, realtà imprescindibile che investe tutti gli ambiti. Sì, il tribalismo, in tutti gli ambiti, sarà il fenomeno dominante dei prossimi decenni ! – esclama Maffesoli - Le comunità contemporanee non sanno che farsene di uno scopo da raggiungere, di un progetto economico, politico, sociale da portare a termine. Preferiscono “ entrare nel ” piacere dell’essere-insieme, “ entrare nel ” l’intensità del momento, “ entrare nel ” godimento di questo mondo così com’è. (…) La postmodernità è effettivamente contraddistinta dal ritorno esacerbato dell’arcaismo. Al progresso lineare e garantito, causa ed effetto di un evidente benessere sociale, sta per subentrare una sorta di “ regresso ” che contraddistingue il “ tempo delle tribù”. Possiamo scovare questo vitalismo nelle effervescenze musicali o sportive. Ma è anche possibile osservarlo nella creatività pubblicitaria, dell’anomia sessuale, nel ritorno alla natura, nell’ecologismo regnante, nell’esacerbazione del pelo, della pelle, degli umori e degli odori, ovvero in tutto quel che ci ricorda l’animale nell’umano. Inselvatichimento della vita! Ecco il paradosso fondamentale della postmodernità».

La “questione” Italia, la crisi economica internazionale, la rivoluzione cognitiva imposta dalla rete, i paradossi politico-culturali dell’era digitale saranno al centro della 9^ edizione di Vicino/Lontano con Lucio Caracciolo, Michel Maffesoli, Massimo Recalcati, Umberto Curi, Fabrizio Gatti, Tommaso Cerno, Stefano Moriggi, Tommaso Pincio, Laura Pennacchi, Renata Pisu, Mauro Ceruti, Pier Aldo Rovatti…

E proprio da vicino/lontano parte domani l’”Inferno Tour” di Tommaso Cerno illustrato da Makkox intorno all’agone della politica italiana (ore 21, Chiesa di s. Francesco). Vizi e bassezze dell’Italia del nostro tempo, rivisitata in chiave dantesca: nel sulfureo albeggiare della terza repubblica, una discesa a precipizio negli inferi della politica italiana. In scena i giorni ardenti della politica italiana: una commedia ben poco “divina” che a Udine, domani sera, diventa per la prima volta teatro, musica, racconto scenico e naturalmente riflessione sul “caso Italia”. L’autore, Tommaso Cerno, che presenterà il libro anche al Politeama Rossetti di Trieste venerdì 10 maggio alle 18, ha voluto incarnare il suo “Virgilio” in forma di Andreotti. a due giorni dalla scomparsa dello statista, ne ritroveremo in scena sagacia e ironia di commento. Le letture sono affidate all’attore Paolo Fagiolo sulla selezione dei testi a cura del regista e critico teatrale Gianni Cianchi. E’ un evento concepito per “attore e tavole”: quelle di Makkox, al secolo Marco Dambrosio, una delle firme più note della satira contemporanea, capace di raffigurare magistralmente il male e la meschinità d’oggi nel poema in endecasillabi e terzine composto da Cerno e di illustrare con straordinaria capacità evocativa la lettura scenica di Udine. Come Dante con Virgilio, Tommaso Cerno ha scelto di farsi guidare fra bolge e gironi: e ha identificato un ‘Giulio Andreotti in corpo di giaguaro’ per interrogare gli spirti, e raccontarci– rigorosamente in terzine di endecasillabi – vizi e bassezze del nostro Paese. Nel poema di Cerno sfilano allora in modalità bipartisan i potenti dell’Italia dei nostri giorni: dall’oppositore di natura Vendola a Grillo non più grillo ma gallo, con cresta alta e petto sempre infori a dir che li politici fan fallo, dal grande illuso Prodi al gran Caimano. In buona compagnia con dannati “pop”, emblemi del loro tempo, quali Maradona e capitan Schettino.

Sulla consapevolezza del “vuoto reale” seguirà il dibattito che coinvolgerà l’editorialista Guido Crainz, autore del saggio “Il paese reale” (Donzelli), oltre al sociologo Carlo Donolo e allo stesso Tommaso Cerno, coordinati da Stefano Allievi, membro del comitato scientifico di Vicino / Lontano. Ci sono le energie e le qualità per affrontare una difficile ricostruzione e misurarsi con la crisi internazionale? Da dove prendere l’avvio per invertire il degrado di un sistema politico e di una “partitocrazia senza partiti” che ha superato ogni livello di guardia? Sono interrogativi che il dibattito affronterà, dopo averli sentiti aleggiare nella cupezza infernale del poema di Cerno.

Va a un protagonista non ortodosso dell’economia mondiale, George Soros, per La crisi globale e l'instabilità finanziaria europea (Hoepli, 2012) il Premio letterario internazionale Tiziano Terzani 2013 – IX edizione, con l’intento di offrire, nello spirito di Tiziano Terzani, un’occasione eccezionale di conoscenza con un attore atipico dell’economia del nostro tempo. Il premio sarà consegnato nell’ambito dell’edizione 2013 del festival Vicino/Lontano di Udine nella serata di sabato 11 maggio, durante la serata ufficiale di premiazione che si svolgerà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, alle 20. George Soros dialogherà in un incontro pubblico con Marino Sinibaldi e Federico Fubini. «Sono sicura che Tiziano sarebbe stato curioso di ascoltare le ragioni di un protagonista, anche controverso, della finanza internazionale», spiega Angela Staude Terzani, moglie di Tiziano e presidente della giuria che ogni anno premia una pubblicazione edita in lingua italiana che affronti un fenomeno del nostro tempo, offrendo un efficace “spaccato di civiltà in mutamento”.


Info: www.vicinolontano.it e programma completo al link http://issuu.com/vicinolontano/docs/vicinolontano2013


INFO/FONTE: Ufficio stampa Vicino /Lontano 2013

Leggi le Ultime Notizie >>>