Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Cultura > Musica > 12 Marzo 2013

Bookmark and Share

Enrico Bronzi dirige la FVG Mitteleuropa Orchestra al Teatro di Monfalcone

FVG Mitteleuropa Orchestra

Monfalcone (PN) - La stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, venerdì 15 marzo alle ore 20.45, con il concerto della FVG Mitteleuropa Orchestra, fra le più importanti realtà musicali della regione. A guidarla, nella doppia veste di direttore e violoncellista, è Enrico Bronzi, interprete di fama internazionale, docente al Mozarteum di Salisburgo e direttore artistico dell’Estate Musicale di Portogruaro.

Il programma prevede, accanto ad uno dei più noti concerti del repertorio violoncellistico (il Concerto n. 1 di Saint-Saëns), la Quarta Sinfonia di Beethoven ed un omaggio a Wagner nel bicentenario della nascita: il commovente Idillio di Sigfrido che Richard fece eseguire il 25 dicembre 1870, a Lucerna, per il compleanno di Cosima.

Alle ore 19.00, nel Foyer del Teatro, Enrico Bronzi incontrerà il pubblico; l'incontro, realizzato in collaborazione con l'Associazione "Per il Teatro di Monfalcone", è ad ingresso libero.

Il concerto si apre nel segno di Wagner, con l’Idillio di Sigfrido, pagina di raccolta intimità destinata all’esecuzione privata (si tratta infatti di un regalo per amore). L’organico è quindi ben diverso da quello delle opere sinfoniche wagneriane e prevede soltanto archi e legni, con un brevissimo intermezzo arricchito dal suono della tromba. Nell’Idillio la scrittura wagneriana è tecnicamente molto simile a quella del repertorio drammaturgico: il flusso sonoro scorre infatti come un unicum ininterrotto e sembra richiamare una storia dal forte intento narrativo, che si assimila ora a una scrittura puramente cameristica, ora al lirismo di un poema sinfonico.

È quindi la volta del Concerto n. 1 op. 33 di Camille Saint-Saëns, la cui opera rappresenta la massima e più nobile sintesi delle tendenze musicali e culturali della Francia di fine secolo: rigore e attenzione alle architetture formali, linguaggio estroverso e non esente da slanci romantici, culto nobile del classicismo. A ciò si aggiunge un’originalità sublime, in particolare nella produzione per violoncello (due sonate e due concerti sono nel catalogo della prima metà degli anni Settanta), della quale questo Concerto incarna sicuramente l’espressione più fortunata.

A chiudere il concerto è la Sinfonia n. 4 op. 60 di Beethoven, “una slanciata ragazza greca fra due giganti nordici” (nelle parole di Schumann, che la colloca fra la Terza e la Quinta). Composta nel 1806, a due anni di distanza dall’Eroica e durante il percorso che porterà, nel 1808, al monumentale quinto numero del repertorio sinfonico, la Quarta Sinfonia si allontana dal tono titanico e dagli slanci romantici degli altri due numeri, lasciando aperti molti interrogativi sul percorso compositivo beethoveniano. Interrogativi che trovano risposta nella magistrale struttura di questa pagina, basata sull’equilibrio delle forme e sulla dialogica interna dei contrasti. Proporzione, simmetria, essenzialità del materiale tematico, precisa suddivisione delle sezioni strumentali, dialettica ponderata dei fraseggi: nella Quarta Sinfonia si esprime tutta la grandezza e la nuova solidità costruttiva del maestro di Bonn.

I biglietti per il concerto sono in vendita presso: Biglietteria del Teatro Comunale (tel. 0481 494 664, da lunedì a sabato, ore 17-19), Ticketpoint di Trieste, Libreria Antonini di Gorizia, ERT di Udine e on line sul sito www.greenticket.it. La Biglietteria del Teatro accetta prenotazioni telefoniche.


INFO/FONTE:
Teatro Comunale di Monfalcone
Ufficio Programmazione e Comunicazione
tel. 0481 494 369 / fax 0481 494 352
teatro@comune.monfalcone.go.it
www.teatromonfalcone.it

Leggi le Ultime Notizie >>>