Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

vedrai colori che son contenti. elisa vladilo. interventi ambientali 1995-2019
Palazzo Costanzi - Sala Veruda
Trieste
Dal 08/02/20
al 01/03/20
Elisa Vladilo, My favourite place, Trieste, Molo Audace, 2007 (courtesy l'artista)
Lucio Fontana e i mondi oltre la tela
Galleria Comunale d’Arte Contemporanea
Monfalcone
Dal 08/12/19
al 02/03/20
Lucio Fontana, Concetto spaziale, teatrino, 1965-66
A SACILE GLI EX-ALLIEVI DEL TOTI DI TRIESTE CON LA NUOVA ESILARANTE COMMEDIA “LE NOZE DE VIRGINIA”
Teatro Ruffo
Sacile
Il 01/02/20
Scenario_Le noze de Virginia

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 10 Gennaio 2013

Bookmark and Share

Dal 18 gennaio prende il via al Palazzo del Governo la stagione 2013 della Chamber Music

Abbado-gustavmahler jugendorchester

Trieste (TS) - Si inaugura venerdì 18 gennaio, nel Palazzo del Governo di Trieste, con la raffinata vetrina musicale “Le musiche dell’imperatore - Il 18 alle 18”, la Stagione Musicale 2013 promossa dall’Associazione Chamber Music di Trieste, diretta da Fedra Florit e presieduta da Maria Luisa Vaccari. L’appuntamento è con la violoncellista Marianna Sinagra e il pianista Lorenzo Cossi, in arte il Duo Sinossi, di scena a Trieste in un omaggio a Felix Mendelssohn Bartholdy (Sonata in re maggiore op.58) e a Edvard Grieg (Sonata in la minore op.36).

Malgrado le difficoltà sempre più accese legate ai tagli di bilancio, si preannuncia come una Stagione imperdibile per tutti gli appassionati del repertorio cameristico, quella messa in cantiere da Chamber Music per il 2013, proprio perché “Classica in Europa, dal cervello al cuore”, e scandita dal raffinatissimo ‘poker’ della rassegna iniziale - “Il 18 alle 18”, in atmosfere eleganti, con programmi d’ascolto e una location d’eccezione – oltre che dai cinque concerti del Salotto Cameristico della Chamber Music”, giunto quest’anno alla 9^ edizione, di scena dal 4 aprile al 20 maggio nella Sala Ridotto del Teatro Verdi; dal 16 settembre al 3 ottobre sono già programmati i cinque concerti del Festival Pianistico “Giovani interpreti e grandi Maestri”, mentre un concerto-evento straordinario, che si terrà nel mese di ottobre fuori abbonamento, sarà chiamato a siglare la programmazione 2013 di Chamber Music Trieste.

Senza dubbio, fra gli appuntamenti piu’ attesi in cartellone spicca la performance della Gustav Mahler Jungendorchester, fondata e diretta da Claudio Abbado, chiamata ad aprire la 9^ edizione del Salotto Cameristico nella formazione di Ottetto. Fra i beniamini della critica europea anche lo sfolgorante Quartetto D’archi Hermès, ensemble rivelazione sulle scene internazionali, spesso al fianco di grandi musicisti come la violista Kim Kashkashian e della Kremerata Baltica. In arrivo anche il versatile violoncellista Julian Steckel, gia’ Premio Rostropovich e vincitore dell'ARD di Monaco, e due ensemble impegnati in veri e propri concept-concerts: il Duo Clerici - Martinez Mehner che a Trieste presentera’ “Due musicisti in fuga” da pagine di Bach, Beethoven e Brahms, e il Duo Runge – Ammon, raffinato esegeta del repertorio di Astor Piazzolla e di classici latino-americani declinati in chiave cameristica.

La Stagione Cameristica 2013 dell’Associazione Chamber Music è promossa in collaborazione con l’Assessorato Regionale alla Cultura, con il sostegno inoltre del Comune e della Provincia di Trieste, ZKB-Banca di Credito Cooperativo del Carso, Suono Vivo-Padova e Banca Mediolanum. Mediapartner Rai e il Piccolo.

Abbonamenti e biglietti acquistabili presso Ticket Point – Trieste, Corso Italia 6/c – tel. 040 3498276.

Fiore all’occhiello dell’attività cameristica 2013 sarà la XIV edizione del prestigioso Concorso internazionale “Premio Trio di Trieste”, che si svolgerà quest’anno in due sessioni, a fine maggio e dal 5 al 7 settembre, e che ha finora ospitato, e valorizzato, ben 514 Complessi di 29 Paesi del Mondo, ovvero 1115 musicisti. L’edizione 2013, dedicata esclusivamente al Trio e al Quartetto con pianoforte, è caratterizzata da una Giuria internazionale di altissimo prestigio, presieduta dal grande pianista Bruno Canino (Italia, presidente di Giuria) e composta da artisti, concertisti, docenti e critici di chiara fama come Siavush Gadjiev (Russia), Johannes Kropfitsch (Austria), Milos Mlejnik (Slovenia), Gérard Poulet (Francia, membro designato dal Conservatorio di Trieste).

Il Concorso mette in palio oltre ai concerti premio e al Primo Premio di 9.000 euro, la possibilità di un collegamento live streaming e la registrazione su cd e dvd del concerto dei vincitori, già previsto a Milano per l'8 settembre 2013. Ai vincitori viene inoltre assegnata la Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica, concessa quale riconoscimento all’attività prestigiosa dell’Associazione e nel contempo viene offerta la Targa d’argento del Senato, oltre ad un importantissimo numero di concerti in Italia, Europa e USA ed un premio in denaro. Un successo straordinario, quindi, e soprattutto l’assegnazione del Primo Premio a gruppi di tale caratura da risultare poi ben inseriti nei cartelloni concertistici internazionali, quali il Duo Sitkovetsky (proveniente dall'Inghilterra, vincitore nel 2011), il Trio Mondrian (israeliano, vincitore 2007), il Duo Giun-Haruka (giapponese, vincitore nel 2005) o l’Ars Trio (italiano, vincitore dell’edizione 2001).

Il Concorso ha raggiunto una fama e un prestigio che lo pongono tra i 5 più importanti al mondo. La tredicesima edizione del Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste” si è tenuta al Castello di Miramare nell'ottobre scorso e per la prima volta ha visto il bando-regolamento incentrato sulla composizione, nel ricordo del compositore triestino Giampaolo Coral, oltre che nell'ottica di incentivare la composizione per organici cameristici, quali il trio e il quartetto per pianoforte e archi. Sono risultati vincitori Rocco De Cia e Maurilio Cacciatore, entrambi italiani. Le loro partiture saranno i brani d'obbligo del Concorso 2013, che si terrà dapprima con selezione su DVD al Conservatorio di Trieste a fine maggio, poi dal vivo per la seconda e terza prova eliminatoria, dal 5 al 7 settembre. Il Concorso si attua grazie al contributo specifico dell'Assessorato Regionale alle Attività Produttive, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e di Assicurazioni Generali.

IL 18 ALLE 18 – DA VENERDI’ 18 GENNAIO AL PALAZZO DEL GOVERNO DI TRIESTE
Come anticipato, sarà il Duo Sinossi, composto dalla violoncellista Marianna Sinagra e dal pianista Lorenzo Cossi, a inaugurare venerdì 18 gennaio (ore 18, Prefettura di Trieste) l’edizione 2013 della rassegna, su musiche di Felix Mendelssohn Bartholdy (Sonata in re maggiore op.58) ed Edvard Grieg (Sonata in la minore op.36). Il mese successivo, lunedì 18 febbraio alle 18, il testimone passerà all’arpista Jasna Corrado Merlak in “Virtuosismi e fantasie di fine Ottocento”, su musiche di P.I. Tchaikovsky (Berceuse), E.A. Walter-Kuhne (Fantasia su un tema tratto dall'Opera “Eugene Onegin” di P.I.Tchaikovsky), M. Glinka - M. Balakirev (L'Alouette), C. Debussy (Arabesque I e II), H. Trnecek (Fantasia su un tema tratto dal poema sinfonico “Moldava” di B. Smetana) e F. Tarrega (Recuerdos de la Alhambra). Jasna Corrado Merlak, nata a Trieste in una famiglia di musicisti, ha vinto il Primo Premio all'unanimità al Concorso di Parigi, a S. Margherita Ligure e a Vienna. Con questi risultati è stata inserita dal CIDIM nel gruppo degli artisti emergenti di maggior spicco. Ha suonato in recital a Dallas, Boston e Miami e partecipato a numerosi Festival Internazionali quali Italy in Houston e Festival Miami (USA), Festival di Ludlow e Warwick in Inghilterra, del Concertgebow di Amsterdam, Festival dei Due Mondi di Spoleto, dove si presentata in varie formazioni cameristiche, suonando Debussy e Ravel e quale Prima Arpa dell'Orchestra del Festival. Ha registrato per la RAI, la RTV slovena, la Radio Televisione Serba, ORFF austriaca, BBC inglese e Radio France. Attualmente è docente di arpa presso il Conservatorio di Lecce.
Lunedì 18 marzo spazio all’atteso Quartetto Hermès, composto da Omer Bouchez e Elise Liu violini, Yung-Hsin Chang viola, Anthony Kondo violoncello. Il Quartetto per archi in sol minore op.10 di Claude Debussy e il Quartetto per archi in fa maggiore di Maurice Ravel scandiranno il concerto di una formazione nata nel 2008 grazie all’impulso di quattro giovani studenti del Conservatorio Nazionale di Lione, notati e invitato dal violinista Gidon Kremer, quindo ascesi a importanti eventi concertistici al fianco di musicisti come la violista Kim Kashkashian e la Kremerata Baltica. Nell’aprile 2010, a Parigi, viene conferito al Quatuor Hermès il primo premio al Concorso Europeo per gruppi da camera FNAPEC (Parigi) e nel 2011 sono altresì premiati dall’Accademia Ravel. Nel novembre 2011 il quartetto ha ricevuto il Primo Premio al Concorso Internazionale di Ginevra, dopo molti anni di assenza del conferimento, e recentemente, a New York, anche la celebre Istituzione Americana Young Concert Artists Auditions ha assegnato il Primo Premio al Quartetto Hermès.

A suggellare l’edizione 2013 de “Il 18 alle 18” sarà, giovedì 18 aprile, il raffinato violoncellista Julian Steckel, su musiche di Johann Sebastian Bach (Suite n.3 in do maggiore BWV 1009) e Zoltán Kodály (Sonata per violoncello solo op.8), Da quando ha vinto il Primo Premio alla 59° International ARD Music Competition di Monaco e il Premio del pubblico nel 2010, il Munich Chamber Orchestra Prize e l’Oehms Classics Prize, Julian Steckel è annoverato tra i violoncellisti più versatili e ricercati. Già premiato al Concorso Rostropovich di Parigi, al Grand Prix Feuermann di Berlino e all’International Pablo Casals Competition di Kronberg, Steckel si esibisce in prestigiose sale da musica come la Philharmonie e la Konzerthaus di Berlino, Herkulessaal e Philharmonie im Gasteig di Monaco, Laieszhalle ad Amburgo, Salle Pleyel e Théâtre du Chatelet di Parigi, e come musicista da camera ha suonato con Lars Vogt, Christian Tetzlaff, Antje Weithaas, Isabelle Faust, Baiba e Lauma Skride, e Alexander Lonquich. Recentemente è stato nominato Professore di violoncello all’Università di Musica e Teatro di Rostock.

9° SALOTTO CAMERISTICO DELLA CHAMBER MUSIC (4 APRILE / 20 MAGGIO 2013)
Sarà la formazione cameristica in Ottetto della Gustav Mahler Jungendorchester, fondata e diretta da Claudio Abbado, a inaugurare, nella serata di giovedì 4 aprile (ore 20.30, Sala Ridotto del Teatro Verdi di Trieste), la 9^ edizione del Salotto Cameristico della Chamber Music: un concerto – evento, quindi, affidato a talentuosi musicisti under 26. Universalmente considerata come l'orchestra giovanile più importante del mondo, la GMJO è stata posta sotto l'Alto Patronato del Consiglio d'Europa; il suo repertorio si estende dalla musica classica a quella contemporanea e l'alto livello artistico ha spinto molti dei più grandi direttori e solisti a collaborare con la GMJO, da Claudio Abbado a Pierre Boulez, da Mariss Jansons a Bernard Haitink e Franz Weiser-Möst, da Martha Argerich a Frank Peter Zimmermann e Nikolaj Znaider. A Trieste si presenterà con Diana Tishchenko - primo violino, Saskia Otto - secondo violino, Marie-Louise de Jong – viola1, Marusa Bogatai – violoncello, Herbert Hackl – clarinetto, Alberto Menèndez Escribano – corno, Amiel Prouvost – fagotto, Ana Cordova Andres – contrabbasso per un programma dedicato a musiche di Ludwig van Beethoven (Trio per archi in re maggiore op.9 n.2) e Franz Schubert (Ottetto in fa maggiore D. 803).

Lunedì 22 aprile, il Salotto Cameristico proseguirà con due grandi soliti riuniti nel Duo Umberto Clerici violoncello - Claudio Martinez Mehner pianoforte, in una serata dedicata alla fuga con “Due musicisti in Fuga”. Risuoneranno pagine note e amate, da J.S. Bach (“Toccata” dalla Partita per clavicembalo solo n.6 in mi minore BWV 830, “Preludio” dalla Suite per violoncello solo n.5 in do minore BWV 1011, Corale “Erkenne mich, mein Hüter” dalla “Passione secondo San Matteo” BWV 244, Contrapunctus IV e XIIIb inversus dall'Arte della Fuga BWV 1080), a L. van Beethoven (Sonata per violoncello e pianoforte in re maggiore op.102 n.2) a J. Brahms (Sonata per violoncello e pianoforte in mi minore op.38).
Lunedì 29 aprile il testimone passerà al Duo Edoardo Zosi violino - Maria Grazia Bellocchio pianoforte, impegnati su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (Sonata in si bemolle maggiore KV 454), Johannes Brahms (Sonata in la maggiore op.100) e Richard Strauss (Sonata in mi bemolle maggiore op.18). Edoardo Zosi ha suonato con la Berliner Philharmoniker (Concerto di Tchaikowsky) e con molte orchestre prestigiose: Deutsche Kammerorchester, Berliner Symphoniker, l’Orchestra Haydn, I Solisti Veneti, l’Orchestra della Svizzera Italiana, Stuttgarter Philharmoniker, China Broadcasting Symphony Orchestra, Wuerttembergische Philharmonic, NWD Philharmonic, Orchestre National de Montpellier, Prague Chamber Orchestra e ha collaborato con grandi artisti quali Salvatore Accardo, Pierre Amoyal, Sergey Krylov, Anatol Ugorsky, Dimitri Sitkovesky, Alan Buribayev, Alexander Vedernikov, Bruno Canino, Fazil Say, Antonio Meneses, Bruno Giuranna, Aleksander Madzar. Maria Grazia Bellocchio suona regolarmente per le maggiori istituzioni concertistiche italiane e straniere. Il suo repertorio spazia da Bach ai giovani compositori contemporanei ed è, sempre presente nei maggiori festival italiani ed europei. Ha inciso CD per Ricordi e Stradivarius con opere di Bruno Maderna, Mauro Cardi, Giulio Castagnoli, Sandro Gorli, Franco Donatoni, Matteo Franceschini, Stefano Gervasoni. Insegna pianoforte presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Donizetti" di Bergamo e tiene regolarmente corsi di perfezionamento pianistico dedicati al repertorio classico e contemporaneo.

Penultimo appuntamento, lunedì 13 maggio, nel segno de “Le Serenate” proposte dall’Artimus Ensemble, ovvero Magdalena Filipczak violino, Ula Ulijona viola, Henry-David Varema violoncello. Pagine musicali di Ludwig van Beethoven (Serenata in re maggiore op. 8), Gideon Klein (String Trio), Erwin Schulhoff (Duo per violino e violoncello) ed Ernő Dohnányi (Serenata in do maggiore op.10) scandiranno il concerto di Trieste, evidenziando le doti di un Ensemble capace di spaziare dal duo al quartetto con pianoforte, componendo i programmi secondo un criterio innovativo che segue una linea tematica e si propone di coinvolgere e al contempo sviluppare curiosità nel pubblico con l'interpretazione di pagine sorprendenti per bellezza quanto poco note, offerte con intensità, integrità e passione.

Gran finale, lunedì 20 maggio, con il Duo Eckart Runge violoncello - Jacques Ammon pianoforte: raffinato esegeta del repertorio di Astor Piazzolla e di classici latino-americani declinati in chiave cameristica. Come Duo, Eckart Runge e Jacques Ammon lavorano insieme da oltre dieci anni e hanno suonato in importanti manifestazioni come i Baden-Baden Masters' Concert, alla Frauenkirche di Dresda, alla televisione WDR a Colonia, al Vienna Konzerthaus, allo Schleswig-Holstein Music Festival. Apprezzatissimi i loro CD "CelloPassion", "CelloTango" e "Contrapunctango". Eckart Runge e Jacques Ammon cureranno personalmente gli arrangiamenti del concerto di Trieste, che si dipanerà fra musiche di Astor Piazzolla (Libertango, Tango Nuevo), Nikolai Kapustin (Nearly Waltz op. 98), Carlos Gardel (El Dia Que Me Quieras, Tango Canción), Nikolai Kapustin (Elegie op. 96), Sergei Prokof'ev (Scherzo dalla Sonata in do maggiore op.119), Nikolai Kapustin (Burlesque op. 97, Sonata n.2 op.84), Lucio Franco Amanti (Jazz Sonata, in prima esecuzione) ed Astor Piazzolla (Canto y Fuga, Le Grand Tango, Tempo di tango).

12° FESTIVAL PIANISTICO “GIOVANI INTERPRETI E GRANDI MAESTRI”
Il Festival si svolgerà dal 16 settembre al 3 ottobre e si articolerà in cinque proposte, affidate come sempre a pianisti affermati – i “Maestri” del cartellone – e a talentuosi emergenti che sono già noti e circuitati sulla scena musicae internazionale. A conclusione della Stagione Cameristica 2013, è previsto un importante concerto straordinario, che si terrà (grazie ad una specifica sponsorizzazione privata) nel mese di ottobre fuori abbonamento, e sarà chiamato a siglare la programmazione 2013 di Chamber Music Trieste. Dettagli in una presentazione specifica in programma nel corso dell’anno.


INFO:
Associazione Chamber Music
tel. 040.3480598
www.acmtrioditrieste.it

Leggi le Ultime Notizie >>>