Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 15 Luglio 2007

Bookmark and Share

Mittelfest: laurea magistrale honoris causa a Václav Havel. Gino Strada parla di diritto alla salute

Vaclav Havel

Cividale del Friuli (UD) - Particolarmente incentrata sui diritti umani, tema portate di quest’edizione, la giornata di lunedì 16 luglio a Mittelfest, già a partire dalle 10.15 quando l’Università di Udine conferirà la laurea magistrale honoris causa in “Traduzione e mediazione culturale. Lingue dell’Europa centrale e orientale” a Václav Havel, eccezionale figura culturale e politica. La cerimonia solenne avrà luogo a Cividale (Monastero di Santa Maria in Valle, ex-Orsoline) per ricordare nell'ambito del festival il trentesimo anniversario di Charta 77, il movimento nato per chiedere il rispetto dei Patti di Helsinki e della Dichiarazione universale dei Diritti dell’Uomo.
Nuovo appuntamento anche con il ciclo di incontri “Cividale Capitale dei Diritti”: alle 17.00 alla Chiesa di San Francesco atteso ospite dell’incontro su “Diritto alla salute” è Gino Strada: il tema affrontato, pur avendo, forse come nessun altro i crismi dell’universalità, ci riporta tangibilmente in quella sfera del personale che non abbiamo mai abbandonato in questo viaggio attraverso il mondo dei diritti. È anche quello che mette a confronto nella maniera più stridente egoismo e solidarietà, menefreghismo e dedizione, perché, in definitiva, è il vero diritto alla vita e alla qualità della vita. Si pensi a quanti milioni di bambini muoiono ogni anno perché si preferiscono spendere migliaia di miliardi di euro per gli armamenti piuttosto che pochi centesimi a dose per combattere con i vaccini malattie che da anni sono state debellate nel mondo occidentale, o pochi euro per depurare l’acqua da batteri pericolosissimi prima di farla bere da interi villaggi, o qualche migliaia di euro per creare sistemi di sicurezza che evitino stragi come quelle di Bhopal. Si pensi a come le multinazionali farmaceutiche rifiutino di abbassare le loro royalties suoi brevetti, anche dopo che questi sono già stati abbondantemente ammortizzati, in regioni poverissime come l’Africa dove il virus dell’Hiv è causa di morte per centinaia di migliaia di persone. A parlare di tutto questo, ma anche della necessità di andare a curare sul posto coloro che vengono travolti, feriti, mutilati dalle guerre sarà, appunto, il fondatore di Emergency.

Sia Vaclav Havel che Gino Strada saranno anche protagonisti del grande evento serale nella Cava di Tarpezzo: un’occasione per Mittelfest 2007 per rilanciare la propria Carta Universale dei Diritti dell’Uomo. Si tratta di una ‘maratona’ sulla necessità e l’urgenza della salvaguardia dei diritti al giorno d’oggi, dove si altereranno l’opinione, la riflessione la denuncia e la proposta. La drammaturga e scrittrice Renata Molinari presenterà una drammatizzazione condotta sui trenta articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti – “Carte dei Diritti e Diritti di carta, lavoro per la costruzione di un coro” -proponendoli in un laboratorio corale ideato e allestito con gli scrittori e gli artisti della futura generazione teatrale (sul palcoscenico Mariagrazia Mandruzzato, Paola Bigatto e Massimiliano Speziani affiancati da allievi attori, drammaturghi e registi della Scuola “Paolo Grassi” di Milano). L’evento proseguirà con La sfida dei diritti, dove si alterneranno interventi e testimonianze di Furio Honsell, Moni Ovadia, Gino Strada, Michele Obit, Vaclav Havel (sempre con un video messaggio), Massimo Somaglino e Riccardo Maranzana. La terza parte della serata prevede i Tetes de bois in concerto (formazione Andrea Satta, voce; Carlo Amato, contrabasso, basso, computer e campionamenti; Luca De Carlo, tromba; Angelo Pelini, pianoforte, fisarmonica, tastiere; Maurizio Pizzardi, chitarre, Lorenzo Gentile, batteria): lavoro, identità, dignità violate e riscattate, un concerto della band anticonformista che ha lanciato lo slogan: Avanti pop. Ancora, seguirà il Diritto alla Satira con la partecipazione di Altan (presente con una sua vignetta), Antonio Cornacchione, Renato Calligaro, Emanuele dell'Aquila, Alex Orciari, Sergio Staino e Paolo Rossi. Vignettisti e satiristi, portatori di quel sale della democrazia che è la satira, mettono in campo se stessi e la propria esperienza. In tema di diritti.
La diversità delle voci, la rilevanza degli ospiti, l’unicità dell’evento, fanno di questa iniziativa uno dei momenti centrali dell’edizione 2007.

Sempre nella giornata di lunedì, alle ore 18, nella Chiesa S. Maria di Corte, di scena anche la prima assoluta dello spettacolo di e con Ulderico Pesce, “Triangolo degli schiavi”, una produzione Centro Mediterraneo delle Arti con musiche della tradizione popolare pugliese, polacca e nigGino Stradaeriana “E’ stata una delle esperienze più importanti della mia vita. Non avevo mai visto maltrattare in quel modo uomini, donne e bambini. Non avevo mai visto vivere 30 persone in una baracca di 30 metri quadrati, senza acqua, senza niente”: nel racconto di Ulderico Pesce, i luoghi, le persone, i modi che costringono interi gruppi di esseri umani a una nuova schiavitù.

Leggi le Ultime Notizie >>>