Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 07 Novembre 2012

Bookmark and Share

Claudia Cardinale racconta Tiberio Murgia nel film "L'insolito ignoto" di Sergio Naitza

Claudia Cardinale

Roma (--) - Martedì 13 novembre, al Festival Internazionale del Film di Roma 2012, verrà proiettato in prima nazionale - fuori concorso, nella sezione "Retrospettive Italia" - il film "L'insolito ignoto. Vita acrobatica di Tiberio Murgia". Una lunga intervista inedita, a poche settimane dalla morte dell'attore scomparso nel 2010, nel racconto di Claudia Cardinale, Lando Buzzanca, Riccardo Garrone, Antonella Lualdi, Maria Grazia Buccella, Mario Monicelli, dei figli e di molti altri colleghi del set.

«Il suo sguardo, gli occhi, le sue inconfondibili sopracciglia … Tiberio Murgia aveva una presenza che sul grande schermo risaltava. Perché puoi anche interpretare piccoli ruoli ma se non hai questa presenza non esisti, lui invece esisteva e si faceva notare...». Per Claudia Cardinale il ricordo di Tiberio Murgia, forse il più noto e amato caratterista del cinema italiano, rimane un riferimento indelebile: «Ho esordito al suo fianco nei ‘Soliti ignoti, era il 1958. Tiberio interpretava mio fratello, doveva essere severo e geloso. E durante le pause continuava a fare il fratello protettivo, mi proteggeva dagli sguardi della troupe. Ero giovane e timida, anzi eravamo entrambi timidi e ritrosi, circondati da un gruppo di giovani leoni del cinema italiano. Ricordo che tutti si riunivano per commentare il ciak, a fine posa: io e Tiberio no, ce ne stavamo in disparte, eravamo terrorizzati di aver sbagliato qualcosa durante le riprese … ».


"L'insolito ignoto - Vita acrobatica di Tiberio Murgia"
un film di Sergio Naitza
Tiberio Murgia, caratterista di successo per quasi cinquant’anni. Ritratto di un attore, sardo di nascita ma siciliano, in versione stereotipo, per adozione cinematografica. Un “falso d’autore” inventato da Monicelli, diveTiberio Murgia, "L'insolito ignoto"nuto maschera della commedia italiana. Pensieri e parole, ricordi, pentimenti e bugie di un beniamino del pubblico con il contrappunto delle testimonianze di colleghi di lavoro, critici, familiari e amici. Sullo sfondo, la parabola di un italiano salvato e illuso dal cinema e dal boom economico degli anni Sessanta.
Il film è una produzione Karel 2012

INFO: www.karel.it

Leggi le Ultime Notizie >>>