Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Escher in mostra al Salone degli Incanti
Salone degli Incanti
Trieste
Dal 18/12/19
al 07/06/20
Escher - Salone degli Incanti Trieste
Prima nazionale di Jezabel a Cormons con Elena Ghiaurov
Teatro Comunale di Cormons
Cormons
Il 31/01/20
Jezabel foto di Luciano Perbellini
SUL PALCOSCENICO DI “SCENARIO” A SACILE LA COMMEDIA “MATRIMONIO UGUÁE REBALTÓN CONIUGÁE”
Teatro Ruffo
Sacile
Il 25/01/20
Scenario_Matrimonio uguale rebalton coniugae

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
www.castellodibuttrio.it Il the della domenica al castello di Buttrio
Buttrio (UD)
Dal 01/01/20
al 29/03/20
enogastronomia Festa delle Cape
Piazza Marcello D'Olivo - Pineta
Lignano Sabbiadoro (UD)
Dal 07/03/20
al 15/03/20

Cultura > Musica > 30 Ottobre 2012

Bookmark and Share

Presentata la dodicesima edizione delle “Mattinate Musicali” al Museo Revoltella

Un momento della presentazione (foto: Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Giunte alla dodicesima edizione, sono state presentate oggi le “Mattinate Musicali 2012-2013”, che si realizzano grazie alla collaborazione tra il Museo Revoltella e la Nuova Orchestra da camera “Ferruccio Busoni”, al sostegno del Comune di Trieste, dell’Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali. Il programma della stagione -previsti sei appuntamenti che si terranno sempre al Museo Revoltella- è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti l’assessore comunale all’Educazione Antonella Grim, il direttore dei Musei Maria Masau Dan e il direttore dell’orchestra “Ferruccio Busoni”, maestro Massimo Belli.

“Le “Mattinate Musicali” con il loro pubblico della domenica mattina –ha detto il direttore Maria Masau Dan- testimoniano la validità di questo progetto dove la musica diviene anche un “collante” per altre iniziative culturali”. Un plauso alla manifestazione, giunta alla sua dodicesima edizione, è stato espresso anche dall’assessore Antonella Grim che ha evidenziato il positivo “momento di contaminazione culturale tra arte figurativa e musicale”. L’assessore Grim ha ribadito inoltre come “cultura, educazione e servizi devono rimanere sempre tra le priorità di ogni Amministrazione”. Sui diversi aspetti del programma e delle sue due trance, autunnale e primaverile, si è invece soffermato il maestro Massimo Belli. Con un biglietto d’ingresso di 6 euro e 50 centesimi –ha spiegato ancora Belli- il pubblico potrà assistere al concerto, intrattenersi per le degustazioni con gli artisti e visitare poi il museo.

Spazio quindi alla presentazione dettagliata del programma, con il concerto inaugurale, intitolato “Intorno al ‘900”, che si terrà domenica 4 novembre, con inizio alle ore 11.00 e che vedrà l’orchestra Busoni, diretta da Massimo Belli, rendere omaggio a due grandi compositori triestini: Giulio Viozzi nel centenario della nascita e Vito Levi nel 20° anniversario dalla scomparsa. Di Viozzi verranno eseguiti due brani e di Levi in prima esecuzione assoluta “Adagio” per archi. Completeranno il programma brani di Sibelius, Schostakovic e Bartok con i violinisti Lucio Degani e Valentina Danelon in veste di solisti.
Domenica 18 novembre, alle ore 11.00, l’Ensemble Variabile (clarinetto, violoncello e pianoforte) si cimenterà con la musica di Mozart, Bruch e Schumann.

In collaborazione con il Concorso Biennale Nazionale “Città di Vittorio Veneto”, domenica 30 dicembre, alle ore 11.00 si esibirà la violinista Laura Marzadori, vincitrice nel 2005 dello stesso concorso.
Il programma proseguirà quindi il 16 dicembre, alle ore 11.00, con il baritono berlinese Peter Paul e il pianista Andrea Rucli, interpreti del delizioso Die Winterreise (Viaggio d’Inverno) schubertiano.
Le “Mattinate Musicali” riprenderanno domenica 20 gennaio, sempre alle ore 11.00, con il Trio svizzero “Des Alpes”, presente nei più importanti circuiti concertistici internazionali, con tre originali proposte: “Alpentangomania”di Wettstein, il Trio di Leonard Bernstein e il Trio op.114 di Brahms nella versione originale per viola, violoncello e pianoforte.

Infine, la stagione si concluderà domenica 3 febbraio, con un concerto serale in programma alle ore 20.30, che avrà come protagonista il pianista Roberto Plano, definito dalla critica americana“erede di Rubinstein e Horowitz”,che si esibisce nelle più importanti sale da concerto del mondo. Vincitore nel 2001 del Primo Premio al prestigioso Cleveland International Piano Competition e premiato all’ Honens International Piano Competition (Calgary, Canada) e al 12mo Van Cliburn International Competition (Forth Worth, Texas), si esibirà insieme all’orchestra Ferruccio Busoni diretta da Massimo Belli. Il programma comprenderà i due concerti per pianoforte e orchestra e una Sinfonia di Andrea Luchesi (1740 – 1801), apprezzato compositore italiano, maestro di Cappella a Bonn e probabile maestro di Ludwig van Beethoven.

Alla fine di ogni concerto al Revoltella, grazie alla sponsorizzazione della Fondazione De Claricini Dornpacher di Bottenicco di Moimacco (UD), seguirà un piacevole brindisi tra gli artisti e il pubblico.
In dodici anni il numeroso pubblico ha tributato un grande successo alle “Mattinate Musicali”, che uniscono l’arte figurativa a quella musicale in un felice abbinamento e dove il museo diventa luogo di incontro e dialogo, propiziato anche dalle degustazioni offerte dalle più prestigiose aziende vinicole. Filo conduttore è stato sin dall’inizio la ricerca di temi e autori originali che appartengono al tessuto culturale triestino e regionale e alle sue diramazioni multietniche: sono state presentate opere di compositori come Viozzi, Zanettovich, Illesberg, Bibalo, Bugamelli, Merkù e in prima esecuzione assoluta musiche di Visnoviz, Coral, Nieder e Sofianopulo.

Particolare attenzione è stata dedicata al compositore Franco Margola di cui sono state eseguite diverse opere in prima esecuzione assoluta e registrati due CD all’interno del Museo Revoltella, senza trascurare il ‘900 italiano con Castelnuovo Tedesco, Bossi, Wolf Ferrari ecc. e altri autori sloveni, croati, greci, tedeschi, russi ecc. del periodo barocco, classico, romantico, moderno e contemporaneo.

Negli anni, il pubblico ha poi potuto seguire molti affermati artisti che hanno suonato in recital o a fianco dell’orchestra Busoni: tra questi Massimo Gon, Federico Agostini, David Choen, Lucio Degani, Michael Flaksman, Domenico Nordio, Vladimir Mendelsshon, Mauro Maur, Zoran Markovic, Cristiano Rossi, Michele Lot, Sandro De Palma, Daniel Rowland, Francesco Ferrarini, Dan Zhu ecc. e i giovani vincitori del concorso Città di Vittorio Veneto che da promesse sono divenuti realtà del concertismo internazionale come Markus Placci, Laura Marzadori, Greta Medini, Laura Bortolotto ecc.
Non va dimenticato infine che il primo novembre dello scorso anno, grazie alla collaborazione con l’Associazione “Sergio Gaggia”, si è esibito come ospite d’onore a fianco della Busoni, uno dei più grandi violinisti di tutti i tempi: Ivry Gitlis e alcune tra le più prestigiose riviste di musica italiane quali AMADEUS e MUSICA hanno recensito il concerto in termini entusiastici.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste







Leggi le Ultime Notizie >>>