Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 29 Ottobre 2012

Bookmark and Share

All'Ariston prende il via la rassegna “Riflessi sul fondo. Il nuovo cinema made in FVG”

"L’ESTATE DI GIACOMO" di Alessandro Comodin

Trieste (TS) - Da spettatori a produttori: la “Regione più cinematografica d’Italia” come il Friuli Venezia Giulia era stato definito per la qualità dei suoi Festival e per il gran numero di biglietti venduti, sta passando dall’altra parte della macchina da presa. Da luogo dove “si vedono” i film, a luogo dove “si pensano e si realizzano”.

In occasione dell’anniversario della sua nascita, il Fondo per l’Audiovisivo del FVG organizza “Riflessi sul fondo. Il nuovo cinema made in FVG”, una rassegna cinematografica dedicata alle produzioni sostenute e finanziate durante i suoi 5 anni di attività: nei mesi di ottobre e novembre ciascun capoluogo regionale ospiterà due serate di proiezioni. L’obiettivo è quello di dare adeguata visibilità - anche in Regione, luogo in cui sono nati - a progetti pensati soprattutto per girare il mondo (sia in termini di co-produzioni con altre nazioni sia per quanto riguarda i premi e riconoscimenti ricevuti in occasione dei principali festival cinematografici internazionali).

Due gli appuntamenti in programma a Trieste, organizzati dal Fondo per l’Audiovisivo FVG in collaborazione con l'associazione Casa del Cinema. Lunedì 29 ottobre alle ore 21 al cinema Ariston, alla presenza dei produttori, saranno presentati il cortometraggio "NONNA SI DEVE ASCIUGARE" di Alfredo Covelli (Arch Production) e "L’ESTATE DI GIACOMO", film d'esordio di Alessandro Comodin (Faber Film, distribuito dalla Tucker), premiato con Pardo d'oro Cineasti del Presente al Festival di Locarno 2011.

"NONNA SI DEVE ASCIUGARE" di Alfredo Covelli (Italia, 2011) racconta di tre avidi fratelli che distruggono la casa di famiglia, in una corsa contro il tempo, alla ricerca di una chiave che permetterà loro d’impossessarsi dell’eredità della madre appena morta. Ma forse la vera eredità è un’altra, nascosta nella storia, accessibile a chi è degno di vedere.

"L’ESTATE DI GIACOMO" di Alessandro Comodin (Italia/Francia/Belgio, 2011) è ambientato nella campagna del nordest d’Italia, nei pressi del Tagliamento, durante l'estate. Giacomo, diciannove anni, rimasto sordo da piccolo, e Stefania, sua amica d’infanzia, sedici anni, vanno al fiume per un picnic. Come in una fiaba incantata, si smarriscono nel bosco per ritrovarsi in un posto paradisiaco, soli e liberi, durante un pomeriggio che sembra durare il tempo di un’estate.

L’ultimo appuntamento della rassegna, venerdì 23 novembre alle ore 21 al Teatro Miela , presenterà la proiezione di "TRIESTE RACCONTA BASAGLIA" di Erika Rossi (Fantastificio), il documentario che ricostruisce il difficile percorso attuato dal noto professore per trasformare gli ospedali psichiatrici in un luogo di cura, premio Zone di Cinema al Trieste Film Festival 2012; e "RUSJAN, I FRATELLI VOLANTI", di Boris Palcic (Transmedia) che narra l’avventurosa storia dei “fratelli Wright friulano-sloveni”.

Tra le altre proposte, "LÀ DOVE SI SENTE CANTARE", avvincente documentario sul coro polifonico maschile di Ruda diretto con piglio deciso da una donna – previsto il prossimo 6 novembre al Kinemax di Gorizia e "SEGNI PARTICOLARI NESSUNO", poetico lungometraggio sulla vita di Federico Tavan - in programma al cinema Visionario di Udine il prossimo 7 novembre.

La rassegna è realizzata grazie alla collaborazione della Casa del Cinema di Trieste, C.E.C. - Centro Espressioni Cinematografiche, Cinemazero e Kinemax. Per tutte le informazioni sulla rassegna e per consultare l’intero programma si può visitare il sito www.audiovisivofvg.it


Per info:
ASSOCIAZIONE FONDO PER L’AUDIOVISIVO DEL FVG
info@audiovisivofvg.it
http://www.audiovisivofvg.it

Rassegna cinematografica dedicata alle produzioni locali
RIFLESSI SUL FONDO.
IL NUOVO CINEMA MADE IN FVG
Sono previste due serate di proiezioni in ciascun capoluogo regionale nei mesi di ottobre e novembre
www.audiovisivofvg.it


----------------------


- Lunedì 29 ottobre, ore 21
Cinema Ariston – Trieste
in collaborazione con Associazione Casa del Cinema di Trieste
(ingresso unico € 3)

NONNA SI DEVE ASCIUGARE - 14’
di Alfredo Covelli/IT/2011/Arch production
Tre avidi fratelli distruggono la casa di famiglia, in una corsa contro il tempo, alla ricerca di una chiave che permetterà loro d’impossessarsi dell’eredità della madre appena morta. Ma forse la vera eredita e un’altra, nascosta nella storia, accessibile a chi e degno di vedere.

L’ESTATE DI GIACOMO - 78’
di Alessandro Comodin/IT,FR,BE/2011/Faber Film
Siamo nella campagna del nordest d’Italia. È estate. Giacomo, diciannove anni, rimasto sordo
da piccolo, e Stefania, sua amica d’infanzia, sedici anni, vanno al fiume per un picnic. Come in una fiaba incantata, si smarriscono nel bosco per ritrovarsi in un posto paradisiaco, soli e liberi,
durante un pomeriggio che sembra durare il tempo di un’estate.


- Venerdì 23 novembre, ore 21
Teatro Miela – Trieste
in collaborazione con Bonawentura / Associazione Casa del Cinema di Trieste
Ingresso libero

TRIESTE RACCONTA BASAGLIA - 52’
di Erika Rossi/IT/2009/Fantastificio
Il documentario si propone di ricostruire il difficile percorso dell’equipe del dottor Basaglia per trasformare l’Ospedale Psichiatrico in luogo di cura, e di ripercorrere il viaggio che ha restituito identità alle persone, e dignità agli uomini.

RUSJAN, I FRATELLI VOLANTI - 45’
di Boris Palcic/SI,IT/2009/Transmedia
Nel 1911 il goriziano Edoardo – Edvard Rusjan, durante un’esibizione aerea a Belgrado, precipita con l’aereo che aveva disegnato e costruito assieme al fratello Giuseppe – Josip. Edvard Rusjan fu la prima vittima dell’aviazione austroungarica. In occasione del centenario del loro primo volo nel 2009, questo film vuole essere un omaggio ai “fratelli Wright friulano-sloveni”, che con il loro sogno temerario hanno sfidato il mondo.


Finanziato dall’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Friuli Venezia Giulia, il Fondo per l’Audiovisivo del FVG si pone come obiettivo principale quello di favorire lo sviluppo delle imprese locali che operano nel settore della produzione audiovisiva, nonché di contribuire alla qualificazione delle relative risorse professionali. Attraverso l’istituzione di più Bandi all’anno l’Amministrazione Regionale, tramite il Fondo, concede contributi ad imprese di produzione indipendenti aventi sede nel Friuli Venezia Giulia fino alla misura massima del 50 per cento della spesa ammissibile per la formazione, lo sviluppo di progetti e la distribuzione di prodotti audiovisivi destinati al mercato regionale, nazionale e internazionale; il beneficiario dovrà garantire il resto del finanziamento. Per le borse di studio, il contributo potrà arrivare al 90 per cento. Tre sono i settori interessati alla richiesta dei contributi: FORMAZIONE, SVILUPPO e DISTRIBUZIONE. Possono venire presentate opere dei seguenti generi: cortometraggi, filmati d’animazione, documentari e fiction.

Leggi le Ultime Notizie >>>