Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Universo Buenos Aires: Borges e Piazzolla allo specchio
Parco Coronini Cronberg
Gorizia
Il 22/06/19
Buenos Aires
Note in Città 2019, Stagione concertistica itinerante negli scenari suggestivi di Gorizia e Cormòns
Parco Coronini
Gorizia
Dal 28/06/19
al 13/09/19
Rainbow of Magic Harps
LEONARDO "A TAVOLA CON" IL PICCOLO TEATRO DI SACILE, TRA FRANCIA, SLOVENIA E ITALIA
Palazzo Ragazzoni
Sacile
Dal 21/06/19
al 22/06/19
Leonardo, ultima cena

enogastronomia

Enogastronomia Le tipiche Osmize triestine
varie sedi
provincia di Trieste (TS)
Dal 01/01/18
al 31/12/20
Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/19
al 31/12/19
Ein Prosit Grado Ein Prosit - Grado
Presso la Diga ed il Lungo Mare "Nazario Sauro" di Grado
Grado (GO)
Dal 12/07/19
al 14/07/19

Notizie > Manifestazioni > 23 Ottobre 2012

Bookmark and Share

La Mediateca “Ugo Casiraghi ospita Pino Saulo nel quarto appuntamento di "Cinema e Radio"

Mediateca.GO “Ugo Casiraghi”

Gorizia (GO) - Giovedì 25 ottobre - alla Mediateca.GO “Ugo Casiraghi” e al Kinemax Gorizia - quarto appuntamento nell'ambito di “Cinema e Radio – Tra nostalgie e ribellioni” dal titolo "L'ascoltatore dotto ed esigente: il caso di Battiti (Radio RAI Tre)".

Una rassegna che voglia esplorare il mondo della radiofonia italiana negli ultimi trentanni non può prescindere dall'esame della programmazione di Radio RAI, i cui canali radiofonici sono quotidianamente ascoltati da milioni di italiani.
Nell'ambito degli incontri organizzati dall'Associazione Palazzo del Cinema – Hisa filma arriva a Gorizia Pino Saulo, curatore del programma Battiti di Radio RAI Tre.

Pensata per gli ascoltatori che amano i ritmi distesi e riflessivi della programmazione notturna – Battiti va in onda tutti i giorni, dalla mezzanotte alle 01.30 – la trasmissione, come ricorda il suo sito web, «è uno spazio dedicato al jazz, alla black music e alle altre musiche che si affacciano con sempre maggiore pertinenza nel panorama musicale e discografico». Il programma prevede presentazioni di novità discografiche, interviste, rubriche, ospiti, monografie, musica dal vivo e reportages.

Nella comunicazione con i suoi ascoltatori, Battiti – come altre trasmissioni della programmazione notturna di Radio RAI – attribuisce un ruolo di primo piano alla rete, poiché sul suo sito, curato da ben quattro redattori web, è possibile riascoltare le puntate in podcast, ascoltare concerti registrati nel corso dei più importanti festival musicali italiani, godersi interviste con musicisti, e tanto altro ancora. Nello mutato scenario dell'ascolto radiofonico, nel quale l'ascolto individuale sostituisce il vecchio rito dell'ascolto indifferenziato e collettivo (celebrato dal film Radio Days di Woody Allen), Battiti ha dimostrato di sapersi relazionare, in modo composito e diverso, con ogni singolo ascoltatore.
Il sito web di Battiti, insomma, moltiplica a dismisura i contenuti disponibili per il pubblico, offrendo soluzioni in grado di rispondere alle richieste di un “ascoltatore dotto ed esigente”.

“L'ascoltatore dotto ed esigente: il caso di Battiti (RAI Radio Tre)”: Pino Saulo incontrerà il pubblico alle ore 17.30 presso Mediateca.GO “Ugo Casiraghi” (via Giorgio Bombi 7). Il dialogo col curatore di Battiti sarà condotto da Silvio Celli, consulente scientifico di Mediateca.GO “Ugo Casiraghi”.
Ingresso libero.

In serata alle ore 20.30 (Kinemax di Gorizia) proiezione di Radiofreccia (1998, 112') di Luciano Ligabue.
Esordio “col botto” del cantautore di Correggio che, rifacendosi a storie vagamente autobiografiche presenti nel suo libro Fuori e dentro il Borgo (Baldini & Castoldi, 1997), porta sullo schermo l'ultimo giorno di vita di una radio libera, Radio Raptus, chiusa alla vigilia del suo diciottesimo anno di vita. La voce dello speaker della radio rievoca, in un lungo flashback, la vita della radio e dei giovani che l'hanno animata, le storie che s'incrociano attorno al bar del paese e le vite bruciate fra noia e droga sul finire degli anni Settanta.
Premio David di Donatello 1999 a: Luciano Ligabue (miglior regista esordiente); Stefano Accorsi (miglior attore protagonista); miglior sonoro in presa diretta.
Biglietto d'ingresso:
Biglietto ordinario: 4,5 €
Soci Cineclub Gorizia: 3,50 €


INFO/FONTE:
Mediateca.GO "Ugo Casiraghi"
mediateca provinciale di Gorizia - goriska pokrajinska mediateka
Via /Ul. Bombi 7, 34170 Gorizia Gorica
Associazione Palazzo del Cinema - Hisa filma
www.mediateca.go.it
tel. 0481 534604
fax 0481 539535

Leggi le Ultime Notizie >>>