Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Notizie > Manifestazioni > 27 Luglio 2012

Bookmark and Share

Musei di Sera 2012: 10 serate di musica, spettacoli e cinema al Gopcevich e al Sartorio

di Claudio Bisiani

presentazione Musei di Sera 2012 (foto Uff. Stampa Comune di Trieste)

Trieste (TS) - Concerti, spettacoli, visite guidate, proiezioni cinematografiche e laboratori creativi per bambini. Sono questi gli ingredienti principali dell'edizione 2012 – e siamo già a quota diciannove – di “Musei di Sera”, tradizionale rassegna agostana promossa dai Civici Musei di Storia ed Arte e dal Civico Museo Teatrale “Carlo Schmidl”, in collaborazione con Casa della Musica/Scuola di Musica 55 e Cappella Underground.

Appuntamento ormai di rito e di grande richiamo dell'estate culturale triestina, la manifestazione è stata presentata stamattina nella sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich. Formula invariata per le aperture serali – ogni martedì e mercoledì dalle 20 alle 24 –, ma “sdoppiamento” delle location in cui avranno luogo gli eventi: il martedì nella consueta sede di Palazzo Gopcevich (nei giorni 31 luglio, 7, 14, 21 e 28 agosto), mentre il mercoledì negli spazi del Museo Sartorio (nei giorni 1, 8, 15, 22 e 29 agosto). Il nutrito programma si svilupperà nell'arco di 5 settimane – dal 31 luglio al 29 agosto – con 10 serate in cui arte, concerti e spettacoli si alterneranno e intrecceranno toccando tematiche comuni sia al Gopcevich che al Sartorio. Il percorso principale sarà quello dedicato alla musica triestina di '800 e '900, che si affiancherà alle visite guidate ai musei e agli allestimenti in mostra, e alle altre variegate proposte in cartellone.

A fare gli onori di casa Maria Masau Dan, direttore dei Civici Musei di Storia ed Arte: «Torniamo al Sartorio dopo qualche anno di assenza con l'intento di valorizzare un'altra importante realtà museale cittadina, stimolando così la gente a spostarsi e “gironzolare” un po' per tutto il centro storico».
«Mi piace sottolineare - ha proseguito Masau Dan - la qualità delle proposte di quest'anno, che considero avvincenti e di sicuro interesse per il pubblico, oltre che ricche di contenuti. Un'occasione di svago e divertimento per tutti, ma anche di seria divulgazione culturale».

Stefano Bianchi, conservatore dello “Schmidl”, ha quindi anticipato il programma di eventi al museo teatrale di via Rossini. «I primi due appuntamenti alla sala Bobi Bazlen - ha illustrato Bianchi - saranno dedicati a “Le opere liriche spiegate al popolo”, nella rilettura in triestino di Carlo de Dolcetti. Mercoledì 31 luglio ci occuperemo di Traviata e Carmen, mentre il 7 agosto di Aida e Turandot». Le due serate, dirette da Viviana Olivieri e realizzate in collaborazione con la sede Rai del Friuli Venezia Giulia, vedranno protagonisti Gualtiero Giorgini, Adriano Giraldi e Mariella Terragni, accompagnati al pianoforte da Corrado Gulin. Sempre alla sala “Bazlen”, il 14 agosto andrà in scena l'interpretazione “a leggìo” del racconto di Gianni Gori “La cometa di Melody” con Marisandra Calacione, mentre il 21 agosto spazio alla pièce “Quartetto spezzato” di Nicolò Ceriani, con Marzia Postogna, Giulio Cancelli, Nicolò Ceriani e Corrado Gulin. Ultimo appuntamento il 28 agosto con “Vini, gusti, feste e banchetti”, spassosa dissertazione fra cibo e musica interpretata dal baritono Nicolò Ceriani. Tutti gli spettacoli alla sala “Bobi Bazlen” di Palazzo Gopcevich avranno una doppia rappresentazione, alle 20.30 e alle 22.15, e saranno presentati gratuitamente ai visitatori del Museo “Schmidl” in possesso del biglietto d'ingresso (euro 3,50 intero; euro 2,50 ridotto; gratuito per bambini fino a 6 anni).

E sempre per i visitatori del museo teatrale di via Rossini, per ogni serata della rassegna, sono in programma quattro visite speciali “drammatizzate” alla mostra “Il teatro di Dodo: omaggio a Sergio D'Osmo” a cura di Marta Finzi, con la partecipazione degli allievi dell'Accademia Teatrale Città di Trieste e dei marionettisti Carlo Furlan e Silvia Della Polla. In contemporanea, al primo e al secondo piano del museo, visite guidate musicali alle collezioni permanenti dello “Schmidl” – “Le stanze della musica” e “Il museo in scena”– con il soprano Eleonora Matijasic, il flautista Tommaso Bisiak e le pianiste Aurora Sabia ed Elisabetta Buffulini. Martedì 14 agosto saranno invece ospiti gli allievi del New Virtuosi International Violin Mastercourse del Collegio del Mondo Unito di Duino.

Non mancherà infine lo spazio dedicato ai più piccini con il laboratorio “Burattini di Carta” presso l'aula didattica al primo piano, curato da Magda Martini e Dante Gregorio. L'iniziativa è rivolta a bambini dai 6 agli 11 anni (prenotazione obbligatoria allo 040-6754068, dalle 9 alle 11, nel giorno stesso del laboratorio: 31 luglio, 7, 14, 21 e 28 agosto).

Il curatore del “Sartorio”, Lorenza Resciniti, ha invece illustrato gli eventi in scena al museo di Largo Papa Giovanni XXIII, che si divideranno fra musica, visite guidate e cinema.
«Il programma - ha spiegato Resciniti - si incentrerà in particolare sul tema del giardino, per agganciarsi alle due proposte espositive di questo periodo al museo, la mostra “Serendipity: in un parco di libri. Il sogno di un giardino inglese” (al pianoterra, quattro visite per ogni serata alle 20.30, 21.30, 22.30, 23.30) e “Salotti in fiore. Le nature morte nei Civici Musei” (al secondo piano, quattro visite per ogni serata alle 20.15, 21.15, 22.15, 23.15), allestimento formato da una trentina di dipinti in parte della famiglia Sartorio e in parte provenienti da altre collezioni civiche».

Le visite guidate alle due mostre si affiancheranno a quella sulla “Dimora Sartorio” (quattro per ogni serata alle 20.15, 21.15, 22.15, 23.15), gettonato percorso espositivo attraverso le stanze della villa per far rivivere al visitatore l'atmosfera privata e al contempo lussuosa dell'affascinante “casa borghese” abitata per oltre un secolo (dal 1839 al 1946) dalla ricca famiglia imprenditoriale triestina. Gli interventi musicali che allieteranno le visite guidate (quattro per ogni serata alle 20.10, 21.10, 22.10, 23.10) vedranno protagonisti Stefano Bembi alla fisarmonica, Alessandro Simonetto al violino e Denis Beganovich al trombone. Ospiti speciali, mercoledì 15 luglio, gli allievi del New Virtuosi International Violin Mastercourse.
Nella sala “Giorgio Costantinides” del Museo Sartorio avranno invece luogo gli spettacoli, i concerti e le proiezioni cinematografiche di Musei di Sera 2012. Si inizia il 1° e l'8 agosto con due grandi studi allegorici – il primo fantastico/musicale, il secondo armonico/religioso – di Guido Cimosa: “L'uomo nel mar delle passioni” e “Il Divino, tra Giudizio ed Eternità” con il Gruppo Strumentale Lumen Harmonicum. Nei mercoledì successivi spazio al cinema di qualità con tre proposte, curate da Cappella Underground, che mettono in luce altrettante visioni sul tema “parchi e giardini”: il 15 agosto “Una domenica in campagna” di Bertrand Tavernier, il 22 agosto “I misteri del giardino di Compton House” di Peter Greenaway e il 29 agosto “Le affinità elettive” di Paolo e Vittorio Taviani. Doppia proiezione per ogni serata, alle 20.30 e alle 22.15.
Anche al “Sartorio” tutti gli eventi in programma sono gratuiti per i visitatori del museo (bigPalazzo Gopcevich, sede del Museo Teatrale "C. Schmidl"lietto: euro 5,50 intero, 3,50 ridotto, gratuito per bambini fino a 6 anni).

All'incontro di presentazione di Musei di Sera 2012 erano presenti le altre due “anime” della manifestazione: Gabriele Centis, coordinatore di Casa della Musica – che ha curato le proposte musicali della rassegna – e Daniele Terzoli, direttore della Cappella Underground.


Leggi le Ultime Notizie >>>