Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Concerti > Friuli Venezia Giulia > PN > Sacile

Bookmark and Share

“BACOCCO E SERPILLA” IN SCENA PER LA RASSEGNA “MUSICANTICA” DI BAROCCO EUROPEO E IL FESTIVAL TARTINI

BaroccoEuropeo_Michele Perrella

Tutto pronto per il doppio debutto di “Bacocco e Serpilla” (ovvero “Il marito giocatore e la moglie bacchettona”), Intermezzo buffo su musica di Giuseppe Maria Orlandini e libretto di Antonio Salvi, che sarà di scena il 24 agosto alle 20.30 in Palazzo Ragazzoni a Sacile e il 25 agosto alle 21.00 nel Chiostro di San Francesco a Pirano in Slovenia. Lo spettacolo sarà presentato nell’esecuzione del Cenacolo Musicale, ensemble dell’Associazione Barocco Europeo diretto da Donatella Busetto, con le voci del mezzosoprano Antonella Carpenito e del baritono Michele Perrella, selezionate grazie alla co-produzione con il festival Vicenza in Lirica, partner per la prima volta di questo progetto insieme al festival Tartini di Pirano.
Originale progetto del Laboratorio per l’Opera Barocca nell’ambito del Festival MusicAntica, lo spettacolo mira al recupero di quell’ampio repertorio di “operine” commissionate per essere inserite come “intermezzo” tra gli atti delle Opere Serie che, nonostante il loro grandissimo successo, caddero rapidamente nell’oblio (salvo l’eccezione della “Serva Padrona” di Pergolesi) almeno fino all’inizio del XX secolo, con la loro riscoperta nell’ambito delle nuove ricerche musicologiche del repertorio antico.
Dopo la selezione degli interpreti e il lavoro di messa in scena attraverso due Masterclass che hanno impegnato a Sacile il gruppo vocale e strumentale sotto la guida del mezzosoprano Monica Bacelli (per la parte vocale) e il regista Cesare Scarton (per la mise-en-espace), lo spettacolo ha in calendario tre recite, aggiungendosi alla doppia première di Sacile e Pirano anche una performance a Vicenza, nel Palazzo Leoni-Montanari, l’8 settembre.

GLI INTERPRETI
L’allestimento vedrà sul palco l’ensemble di strumentisti del Cenacolo Musicale formato da Giacomo Catana e Mauro Spinazzè, violini, Alessandra Di Vincenzo, viola, Cristina Vidoni, violoncello, Donatella Busetto, cembalo e direzione, e i due interpreti principali, giovani promettenti voci del panorama lirico italiano già avviate ad una brillante carriera internazionale.
Antonella Carpenito, mezzosoprano diplomata al Conservatorio D. Cimarosa di Avellino con il massimo dei voti e la lode e quindi laureata in canto lirico presso lo stesso conservatorio nel 2016 con lode e menzione speciale, si è già esibita in diverse importanti sale italiane e straniere, tra le quali il Teatro San Carlo di Napoli, il Palazzo Reale di Caserta, il Campidoglio-Musei Capitolini di Roma, la Camera dei Deputati, Gran Teatro Giacomo Puccini di Torre del Lago, Auditorium di Columbia-Missouri, Espace Pierre Cardin e Théâtre du Chatelet a Parigi, Auditorium dell’Università di Cheng-du in Cina, Città Proibita a Pechino, Teatro di Correggio nel “Gala Premio Pavarotti” con Daniela Dessì e Fabio Armiliato, Festival dei Due Mondi di Spoleto ed inoltre nel 2018 ha debuttato con il Maestro Riccardo Muti nel “Macbeth” allestito nel Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, al Ravenna Festival e quindi a Norcia sui luoghi del terremoto.
Michele Perrella, baritono, si è diplomato al conservatorio L. Perosi di Campobasso con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del maestro Luciano Di Pasquale, proseguendo negli studi di perfezionamento con Ugo Benelli, Roberto De Candia, Roberto Scandiuzzi, Carmela Remigio e partecipando al corso di musicologia liturgica, tecnica della direzione corale, concertazione, direzione e canto gregoriano con l'Associazione Italiana Santa Cecilia di Roma per la musica sacra. Ha in repertorio numerose partiture sacre mentre in ambito operistico ha interpretato diversi ruoli in opere di Mozart, Puccini, Nino Rota e Piccinni.

L'OPERA
Messa in scena per la prima volta probabilmente a Venezia tra il 1718 e il 1719, “Bacocco e Serpilla” ebbe uno strepitoso successo per più di quarant’anni, venendo rappresentata anche a Vienna e Parigi, dove contribuì alla famosa Querelle des Bouffons, unitamente alla “Serva Padrona” di Pergolesi.
La trama narra le vicende tra il marito giocatore, che perde infinite fortune al gioco, e la moglie che costantemente ma inutilmente lo rimprovera, decidendo infine di avvalersi di un giudice per farsi difendere. Il giudice però è il marito stesso travestito, che, quando Serpilla cede alle lusinghe del nuovo personaggio, rivela la propria identità, cacciandola. Serpilla è costretta così a vivere in miseria ma, ad un ultimo incontro, si riaccende la scintilla dell’amore e la storia si conclude con un inaspettato lieto fine.

BaroccoEuropeo_Antonella Carpenito

“BACOCCO E SERPILLA” IN SCENA PER LA RASSEGNA “MUSICANTICA” DI BAROCCO EUROPEO E IL FESTIVAL TARTINI
Palazzo Ragazzoni
viale Zancanaro 2
Sacile
PN
Orario - Ingresso: 20.30 - ingresso libero
Dal 24/08/19 al 25/08/19

Per maggiori informazioni
Telefono: +39-340-2802836
Email: info@barocco-europeo.org
Sito web: http://www.barocco-europeo.org

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario