Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Pordenone Music Festival 2018 - XXIII edizione
Auditorium Concordia e altre sedi
Pordenone e provincia
Dal 30/04/18
al 30/11/18
Filarmonica Bacau (foto Ufficio Stampa Pordenone Music Festival)
Nei suoni dei Luoghi 2018 - XX edizione
varie sedi
Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia
Dal 04/07/18
al 29/12/18
ArTime Quartet (foto Ufficio Stampa Festival "Nei suoni dei luoghi")
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo - Stagione 2018/2019
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca
Gradisca d'Isonzo
Dal 06/11/18
al 13/04/19
"Alle 5 da me" (foto: Ignacio Maria Coccia) - Ufficio Stampa a.ArtistiAssociati

enogastronomia

Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Purcit in Staiare Purcit in Staiare
centro cittadino
Artegna (UD)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Magnemo fora de casa Magnemo fora de casa
Ristoranti del Monfalconese
Monfalcone (GO)
Dal 01/01/16
al 31/12/18

Spettacoli > Eventi > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

I Mille Occhi 2018 - XVII edizione

I Mille Occhi 2018

I Mille Occhi, festival internazionale del cinema e delle arti, giunge alla XVII edizione con un titolo, Corpo, sguardo e silenzio, che rende omaggio a Franco Basaglia e che dichiara fin da subito i poli dialettici intorno a cui si articola una proposta di visioni fuori dagli ordini costituiti.
Dal 14 al 20 settembre al Teatro Miela di Trieste il festival propone come di consueto un ricco programma articolato tanto in proiezioni quanto in incontri esclusivi con registi e attori, tutti a ingresso libero.

Seguendo la propria vocazione per la contaminazione senza confini fra arti e linguaggi, il festival ha scelto di consacrare quest'anno il Premio Anno Uno all'opera di Franco Giraldi, regista di origini giuliane che nel suo cinema si è continuamente interrogato sul concetto di frontiera, evidenziando un pluralismo di identità che eccede qualsiasi univocità nazionale e nazionalistica. A presenziare la premiazione, oltre allo stesso regista, sarà presente come ospite l'attrice Senta Berger, star internazionale amata da Sam Peckinpah e Dino Risi, protagonista di Cuori solitari e La giacca verde.

L'omaggio a Giraldi si inserisce in un più ampio percorso pluriennale di rilettura e attualizzazione del grande cinema italiano del passato, che in questa edizione ruota intorno al '68, anno cardine celebrato senza museificazioni con i sorprendenti film di Pietro Germi (L'immorale, Le castagne sono buone), Vittorio De Seta (Un uomo a metà) e Giorgio Bianchi (Assicurasi vergine), di cui si riscoprono corrispondenze segrete e inattese con registi come Marco Ferreri (L'harem), Carmelo Bene (Don Giovanni) ed Ermanno Olmi (Un certo giorno).

La vitalità del cinema del passato è messa alla prova anche attraverso riletture contemporanee come Je suis Simone (La condition ouvrière) di Fabrizio Ferraro (detour di Europa '51), mentre rientra sempre in questa idea di cinema italiano allargato anche l'omaggio a Eckhart Schmidt, regista tedesco di cui vengono proposti i nove titoli girati in Italia per il ciclo Roman Zyklus I (2016-2017). In anteprima assoluta, il festival programma inoltre Colore d'amore, che segna l'inaugurazione di un secondo Ciclo Romano, presentato in doppia versione come evento durante l'anteprima romana dell'11 e 12 settembre.

Oltre all'anniversario del '68, particolare attenzione viene dedicata a un'altra rivoluzione che si coronava nel '78 grazie all'opera del già citato Franco Basaglia, riformatore della stessa concezione moderna di salute mentale. Basaglia, che fece proprio di Trieste la città cardine della sua attività, è al centro di proiezioni e incontri, a partire dal reportage di Sergio Zavoli intitolato I giardini di Abele, per arrivare a una serie di conversazioni interrotte fra lo psichiatra e la classe politica dell'epoca. Il programma è realizzato con la preziosa consulenza di Michele Zanetti, presidente dell'Associazione Anno Uno.

Prosegue, dopo il successo della scorsa edizione, il percorso dedicato al cinema sperimentale fra Croazia e Serbia, iniziato con una panoramica su Mihovil Pansini, Ivan Martinac e Tom Gotovac. Quest'anno la selezione, curata da Mila Lazic, si espanderà alla produzione serba di Lazar Stojanovic, con quattro film realizzati fra il 2005 e il 2008, a cui si aggiungono i due cortometraggi firmati da di Jean-Luc Godard (Je vous salue, Sarajevo e Dans le noir du temps). Il cinema diventa così tentativo di raccontare la follia della guerra che ha sconvolto l'ex Jugoslavia, che sarà anche al centro di una tavola rotonda che si terrà lunedì 17 presso il Palazzo Gopcevich, con l'intervento del giornalista Mirko Klarin e di Nataša Kandic, candidata al Nobel per la pace 2018.

Ultimo ma non ultimo, è previsto un programma di cinema americano classico dedicato alle produzioni anni '40 e '50 di Universal e Republic, con un evento parallelo e convergente rispetto alla recente retrospettiva del MoMA patrocinata da Martin Scorsese.

Serata inaugurale venerdì 14 settembre al Teatro Miela, alle ore 20, per il brindisi con i vini offerti dall'azienda agricola Skerk e formaggi di Zidarich.

Programma completo dei Mille Occhi su www.imilleocchi.com/files/1000occhi_programma18.pdf


INFO/FONTE: Ufficio Stampa I Mille Occhi 2018

I Mille Occhi 2018 - XVII edizione
Teatro Miela
piazza Duca degli Abruzzi, 3
Trieste
TS
Dal 14/09/18 al 20/09/18

Per maggiori informazioni
Telefono: 3474137800
Sito web: http://www.imilleocchi.com

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario