Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Pordenone Music Festival 2018 - XXIII edizione
Auditorium Concordia e altre sedi
Pordenone e provincia
Dal 30/04/18
al 30/11/18
Filarmonica Bacau (foto Ufficio Stampa Pordenone Music Festival)
Nei suoni dei Luoghi 2018 - XX edizione
varie sedi
Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia
Dal 04/07/18
al 29/12/18
ArTime Quartet (foto Ufficio Stampa Festival "Nei suoni dei luoghi")
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo - Stagione 2018/2019
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca
Gradisca d'Isonzo
Dal 06/11/18
al 13/04/19
"Alle 5 da me" (foto: Ignacio Maria Coccia) - Ufficio Stampa a.ArtistiAssociati

enogastronomia

Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Purcit in Staiare Purcit in Staiare
centro cittadino
Artegna (UD)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Magnemo fora de casa Magnemo fora de casa
Ristoranti del Monfalconese
Monfalcone (GO)
Dal 01/01/16
al 31/12/18

Spettacoli > Eventi > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Liceo Petrarca: "Iliade" di Omero - lettura pubblica

Iliade

L’associazione ex allievi del Liceo Petrarca e il Liceo Petrarca, in coorganizzazione con l'Assessorato all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca del Comune di Trieste, offrono alla cittadinanza una lettura pubblica dell’Iliade, divisa in quattro incontri, il primo dei quali si svolgerà giovedì 13 settembre, dalle 16.00 alle 22.00, in piazza Cavana. I lettori saranno 16 studenti e 20 tra ex studenti e insegnanti del Liceo Petrarca. Il supporto logistico e l’ospitalità in caso di pioggia saranno forniti dalla Scuola di Musica 55. Il progetto fa seguito ad un’iniziativa analoga, che ha proposto negli anni scorsi la lettura integrale della Divina Commedia, con notevole successo di pubblico.

Un convinto sostegno al progetto è stato espresso dall’assessore Angela Brandi che ha evidenziato come “la poesia, la filosofia, l’arte, la scienza dei Greci sono alle origini della cultura occidentale e, proprio per questo, la cultura greca deve essere conosciuta, per non dimenticare mai radici e origini che sono di assoluta importanza”.
Dopo il primo incontro di giovedì 13 settembre, altri appuntamenti con la lettura dell’Iliade sono in programma il 14 dicembre e il 30 marzo 2019 in sala Bobi Bazlen, nonché il 14 giugno in piazza Cavana.

L’Iliade - e l’Odissea, che nelle intenzioni seguirà l’anno prossimo, costituiscono, rispetto alle cantiche dantesche, una sfida ben diversa. Innanzitutto la lunghezza del testo obbliga a dividere la lettura di ogni poema in quattro incontri. In secondo luogo bisogna avvalersi di una traduzione: sarà letto qualche verso greco, per il piacere di sentirlo risuonare, ma non è proponibile una lettura in lingua originale. Bisognava quindi scegliere una traduzione: la versione di Vincenzo Monti, che per quasi centocinquant’anni l’ha fatta da padrona nelle nostre scuole e fa parte ancora dei ricordi dei meno giovani, ha il vantaggio della cantabilità del verso, ma propone un italiano ormai desueto e un gusto neoclassico, che non è più il nostro. La scelta è caduta dunque sulla bellissima versione in prosa di Maria Grazia Ciani.

L’ultimo punto è a nostro vantaggio: i poemi omerici sono poesia orale, fatta per essere recitata con l’accompagnamento della cetra ed ascoltata, non semplicemente letta. Questo fa sì che il testo sia ricchissimo di immagini che attirano l’attenzione, di particolari che sembrano sovrabbondanti, ma aiutano a ‘vedere’ ciò che accade, a dargli corpo e colore. E poi, anche in traduzione, ci sono parole bellissime, che non possono non emozionare pure a distanza di millenni. Ai giovani di oggi viene data molto poco la possibilità di accostarsi alla cultura classica: la storia antica si studia alle elementari e poi alle superiori, con orario ridotto rispetto a un tempo. La lettura quasi integrale dei poemi omerici in seconda e terza media è ormai un ricordo di pochi.

Ma c'è un motivo in più per rileggere Omero: anche se ormai nessuno crede più al ‘miracolo greco’, il prodigioso nascere dal nulla della cultura greca, ma sono noti gli stretti legami che essa ebbe con le culture orientali precedenti e contemporanee. Nell’Iliade si parla dei rapporti tra gli uomini, dei rapporti tra uomini e dei, del rapporto tra una civiltà passata – quella degli eroi – una contemporanea alla composizione dei poemi, e la realtà contemporanea al pubblico della polis, quando i poemi furono trascritti e divennero ‘libro di testo’, su cui si imparava a leggere.

I valori proposti nel poema sono quelli di una stirpe non di superuomini, ma di uomini: che provano sentimenti forti ed esperienze dolorose attraverso le quali diventano adulti, come Achille, ragionano sui limiti del potere, come Agamennone, Ettore e Priamo, mediano cercando una via razionale alla soluzione dei conflitti, come Odisseo. Essi agiscono certo in un mondo diversissimo dal nostro, in cui sono fondamentali il valore, l’onore, la gloria. Se questi non sono più i nostri valori, siamo però certi che la nostra società non abbia bisogno di una riflessione sui propri valori, che può essere innescata anche e soprattutto da un confronto col passato?


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Liceo Petrarca: "Iliade" di Omero - lettura pubblica
varie sedi

Trieste
TS
Dal 13/09/18 al 14/06/19

Per maggiori informazioni
Sito web: http://www.retecivica.trieste.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario