Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Teatro > Friuli Venezia Giulia > UD > Valli del Natisone

Bookmark and Share

Festival delle Valli del Natisone 2018 - XXIV edizione

Festival delle Valli del Natisone 2018

Dal 14 al 21 luglio 2018 ritorna il Festival delle Valli del Natisone in Friuli Venezia Giulia. Nove i Comuni coinvolti nell'ospitare spettacoli internazionali. Otto giorni di rappresentazioni, di camminate teatrali nel verde, di danza e musica, di burattini e marionette che vedono protagonisti artisti e compagnie provenienti da Slovenia, Spagna, Francia, SenegalL, Repubblica Ceca, Argentina e Italia.

Il festival, giunto alla sua 24ª edizione, è molto più di una rassegna di burattini e marionette. È un lavoro in divenire dai tanti linguaggi ed espressioni, un mosaico di esperienze che compongono un progetto di cittadinanza culturale orientato anche alla produzione, con la partecipazione attiva delle comunità locali insieme agli organizzatori e agli artisti. Esprime il genius loci delle Valli. L’anima di quei luoghi che durante gli otto giorni di rappresentazioni diventano essi stessi teatro.

Ecco allora il ritorno delle fortunate "Passeggiate teatrali", tutti i pomeriggi (ore 17.00) con un percorso nella natura dedicato alla fiaba di Hänsel e Gretel a cura di Massimiliano Donato e Marta Riservato, e il tecno-filò di Marco Paolini, di nuovo nelle Valli dopo l'indimenticata serata con Jack London di alcuni anni fa.

Ecco il travolgente Cappuccetto Rosso senegalese del Ker Théâtre e una raffinata e divertente Anna Karenina ceco-slovena con Fekete Seretlek/Studio Damúza. Ecco il cabaret multilingue, mitteleuropeo e balcanico, di Sandra Mangini e una Tauromachia franco-ispanica per burattini. Ma le teste di legno si riprenderanno la scena nel Pinocchio rivisitato dal Laborincolo, nel Racconto d’estate di Patrizio Dall'Argine e nel Trovatello di Gigio Brunello e Gyula Molnár.

E infine ricordiamo che gli sconfinamenti saranno anche fisici, con la narrazione itinerante di Luisa Battistig che quest’anno ci porterà oltre frontiera, e con la doppia proposta del Cta: A SPASSO CON OLIVIA andrà in scena “a specchio” in Italia e in Slovenia, con un’attrice italiana e una slovena nelle due lingue. Un altro modo per superare i confini e per aprire nuovi dialoghi e confronti, com'è nella natura transfrontaliera del Festival, nella sua storia lunga ormai un quarto di secolo.

A inaugurare il festival, sabato 14 luglio (ore 17.00), “Hänsel e Gretel nelle Valli” - prodotto dal CTA – Centro Teatrale Animazione e Figure di Gorizia con Marta Riservato e Massimiliano Donato – che vedrà i partecipanti coinvolti in una suggestiva passeggiata.
Uno spettacolo a stazioni ideale per un pubblico di tutte le età. Appuntamento con la passeggiata che si rinnoverà ogni giorno alle ore 17.00 sino a venerdì 20 luglio.

Alle ore 21.00 il sipario si alzerà a Sorzento (San Pietro al Natisone) sulla prima nazionale “KAR” uno spettacolo che, nato dalla collaborazione di due compagnie estere, una Slovena e l’altra della Repubblica Ceca, propone una divertente, particolarissima e raffinata rilettura del romanzo di Anna Karenina, unendo musica, teatro, cabaret e teatro d’oggetti.

Domenica 15 luglio, alle ore 18.00, andrà in scena una prima regionale “Tauromachia”, uno spettacolo con burattini a guanto costruiti e manovrati dall'artista spagnola Paz Tatay su musica di Philippe de Truchis.
Alle ore 20.00, in occasione de “Il ritorno dei falciatori”, andrà in scena un'ulteriore prima regionale “Parfumul Strazilor Il profumo delle strade” - Piccolo Varietà dell’Est. Si tratta di un progetto di Sandra Mangini con Stefano Marzanni al pianoforte e costumi di Giacomo Sega.

Lunedì 16 luglio appuntamento alle ore 21.00 a Clastra (San Leonardo) con la prima regionale “Somari”, della compagnia Il Laborincolo per la regia di Gyula Molnár e Marco Lucci, uno spettacolo di burattini in baracca.
Alle ore 21.00 Prepotto ospiterà il travolgente “Thioro. Un Cappuccetto rosso senegalese” del Ker Théâtre Mandiaye N’Diaye, una reinvenzione dal respiro africano di Cappuccetto rosso, una delle fiabe europee più popolari e di cui esistono numerose varianti.

Mercoledì 18 luglio, alle ore 21.00, ritorna nelle Valli del Natisone, a Cicigolis, Marco Paolini con lo spettacolo “Tecno-filò”. «Non sono un esperto di internet - afferma Paolini -, non sono un utente dei social. Non conosco la meccanica quantistica, né le neuroscienze e la fisica, né la robotica e le intelligenze artificiali. Ma tutto questo mi riguarda e mi interessa...».

Giovedì 19 luglio alle ore 18.30, a Togliano, il sipario si alzerà su “A spasso con Olivia”, una produzione del CTA – Centro Teatro Animazione e Figure di Gorizia che, ispirato a uno spettacolo con testo e figure di Altan, si trasforma in un gioco in cui i piccoli spettatori accompagnano Olivia alla scoperta del mondo.
Alle ore 21.00, nella suggestiva cornice di Castelmonte, in calendario “Il burattinaio di Banfield” di e con Sergio Mercurio, l’attore argentino acclamato nei festival internazionali.

Venerdì 20 luglio alle ore 18.30, a Caporetto, per la regia di Jelena Sitar e con Urska Cvetko, andrà in scena “Racka Olivija gre v svet”, la versione in lingua slovena di "A spasso con Olivia".
Alle ore 21.00, a Iesizza (San Leonardo), il Teatro medico Ipnotico presenterà “Racconto d’estate”: in questo capitolo delle stagioni di Sandrone i protagonisti sono i bambini. Un racconto ispirato ai film di Francois Truffaut che, nella sua opera, ha sempre conservato uno sguardo verso l'infanzia, ai suoi incanti e alle sue amarezze.

Quest’anno, nella giornata conclusiva, sabato 21 luglio alle ore 17.00, Luisa Battistig raccoglie per il festival le sue storie lungo un sentiero transfrontaliero che dalla località di Vartacia (Savogna) porta a Jevscek (Caporetto). Nel borgo sloveno la narrazione proseguirà con Katja Ros all’interno della Nježna hiša, la casa più antica del paese, testimonianza di un modo di vivere più vicino alla natura e ai ritmi del lavoro contadino. Un percorso da ascoltare. Perché «ci sono luoghi della nostra terra che sanno raccontare qualcosa di unico». Si raccomandano calzature e abbigliamento adeguati.
E alle 21.00, a Cepletischis (Savogna), il sipario si alzerà su “Un trovatello a casa del diavolo”, con Gigio Brunello che, a vent'anni dalla sua premiazione con la Marionetta d’oro, torna al Festival delle Valli del Natisone con un classico del teatro di figura.
La partecipazione agli eventi è libera.


SPETTACOLI A PAGAMENTO:

- Marco Paolini: ingresso € 12. Prevendita circuito Vivaticket (www.vivaticket.it) e da sabato 14 a mercoledì 18 luglio (ore 17-19) all’albergo Al Vescovo-Pulfero.
- La passeggiata “Hänsel e Gretel nelle Valli”: quota di partecipazione € 3 con prenotazione obbligatoria.

Programma completo www.festivaldellevallidelnatisone.net.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Festival delle Valli del Natisone 2018

Festival delle Valli del Natisone 2018 - XXIV edizione
varie sedi

Valli del Natisone
UD
Dal 14/07/18 al 21/07/18

Per maggiori informazioni
Telefono: +39-0481-537280
Email: info@ctagorizia.it
Sito web: http://www.festivaldellevallidelnatisone.net

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario