Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

oggi in friuli venezia giulia

in evidenza

Pordenone Music Festival 2018 - XXIII edizione
Auditorium Concordia e altre sedi
Pordenone e provincia
Dal 30/04/18
al 30/11/18
Filarmonica Bacau (foto Ufficio Stampa Pordenone Music Festival)
Nei suoni dei Luoghi 2018 - XX edizione
varie sedi
Friuli Venezia Giulia, Veneto, Slovenia, Croazia
Dal 04/07/18
al 29/12/18
ArTime Quartet (foto Ufficio Stampa Festival "Nei suoni dei luoghi")
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca d’Isonzo - Stagione 2018/2019
Nuovo Teatro Comunale di Gradisca
Gradisca d'Isonzo
Dal 06/11/18
al 13/04/19
"Alle 5 da me" (foto: Ignacio Maria Coccia) - Ufficio Stampa a.ArtistiAssociati

enogastronomia

Sabato on Wine Sabato on Wine
varie sedi
Gorizia - Pordenone - Udine (--)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Purcit in Staiare Purcit in Staiare
centro cittadino
Artegna (UD)
Dal 01/01/16
al 31/12/18
Magnemo fora de casa Magnemo fora de casa
Ristoranti del Monfalconese
Monfalcone (GO)
Dal 01/01/16
al 31/12/18

Mostre > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Pino Giuffrida: "Il linguaggio del corpo"

Opera di Pino Giuffrida (foto Ufficio Stampa Comune di Trieste)

Dal 20 giugno al 14 luglio 2018, alla Sala Comunale d'Arte di piazza dell'Unità d'Italia 4 a Trieste, è allestita la mostra personale di Pino Giuffrida "Il linguaggio del corpo": Nel giorno dell'inaugurazione (ore 18.30) la mostra verrà presentazione da Nora Miotto.
L'esposizione rimarrà aperta al pubblico con orario feriale e festivo: 10.00-13.00 e 17.00-20.00.

L'artista Pino Giuffrida propone, in occasione dei suoi 50 anni di pittura, una mostra rappresentativa della figura umana. Pur essendo questo il tema primario, l'artista negli ultimi anni ha sviluppato altre ricerche pittoriche sulla natura e sulla materia, e varie altre sperimentazioni. La mostra raccoglie lavori su figure femminili, tratti da bozzetti su carta e tradotti su tela.

In una società che ha messo il corpo come icona della bellezza con canoni spesso veramente incredibili - scrive Nora Miotto -, il nostro pittore Giuffrida, invece, ci dimostra come il corpo possa venir letto in modo diverso. Si tratta del corpo esteso nello spazio e percepibile coi sensi. E' una specie di produzione mentale, perchè solo la mente e le sue percezioni sono reali. Eppure in Giuffrida non è proprio così: se leggiamo i suoi quadri troviamo la tecnica di Bacon e l'esistenzialismo di Sartre. Le righe, i cerchi, le figure geometriche sembrano disegnare un manichino, che, nell'insieme, diventa un corpo o più corpi e che ci invitano a parlare di noi stessi, a "leggerci dentro".

Non c'è artificio o retorica, ma penetrazione nell'intimo di ognuno di noi. Cosa saremmo senza un corpo? O senza un volto? Questo sembra chiederci e chiedersi il nostro pittore. Niente. Vivere significa ridurre costantemente il mondo nel nostro corpo, attraverso questo simbolo che esso incarna, perchè la nostra esistenza è corporea. Quindi tanti corpi - conclude Miotto -, tanti contrasti e tante scelte di colore,da quelli più " scuri", che rappresentano la certezza di quanto il pittore afferma a quelli più " chiari", che simboleggiano la ricerca della sua personalità.

Giuffrida ha partecipato a numerose mostre: in Germania, Slovenia, Spagna, Brasile (Bahia), New York, Inghilterra, Francia, Svizzera, Austria, Italia (Biennale di Venezia e Biennale Diffusa a Trieste nel 2011). Nel 2013 ha donato un'opera a Papa Francesco.


INFO/FONTE: Ufficio Stampa Comune di Trieste

Pino Giuffrida: "Il linguaggio del corpo"
Sala comunale d'arte
piazza dell'Unità d’Italia, 4
Trieste
TS
Orario - Ingresso: feriale e festivo 10-13 e 17-20
Dal 20/06/18 al 14/07/18

Per maggiori informazioni
Sito web: http://www.retecivica.trieste.it

Vedi Calendario Mostre >>>

in calendario