Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Mostre > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Harbour for Cultures - Porto di Culture

H/C Harbour for Cultures (foto Trieste Contemporanea)

"Harbour for Cultures - Porto di Culture" è un nuovo progetto, ideato da Trieste Contemporanea in collaborazione con transparadiso Vienna, ispirato al caso del Porto Vecchio di Trieste. Un incubatore di idee e visioni culturali, artistiche e urbanistiche, che parte dalla occasione della futura riconversione dei magazzini di quell’area, oggi, dopo cinquant'anni di abbandono, ad una svolta cruciale di sviluppo.

Guardando idealmente ad un modello di società condivisa, H/C si fonda sia sulle funzioni storiche delle attività portuali ad interesse economico (lo scambio di merci, i temi assicurativi, il profitto commerciale) sia sull’idea di “sospensione” insita nel concetto comune di porto (l'immaginario dell'arrivare, dell'appartenere temporaneamente e del partire). Soprattutto si concentra sulle dimensioni sociali e culturali di questi temi, con l'intento di raccogliere una produzione di idee e desideri per un “nuovo porto” di libero scambio di culture.

Il progetto è a processualità aperta e prevede nel corso del prossimo periodo l'organizzazione di workshop, incontri, studi, mostre e eventi multidisciplinari.

Seguendo proprio questa struttura in progress, all'interno della mostra "Harbour for Cultures" che durerà fino al 13 dicembre allo Studio Tommaseo (via del Monte 2/1), i prossimi incontri, due a settimana, saranno:

Giovedì 23 novembre, ore 18: tavola rotonda di incontro tra impresa, scienza e istituzione, moderata dall’attrice SARA ALZETTA, con ALESSIO LILLI (presidente della SIOT S.p.A.), STEFANO RUFFO (direttore della SISSA), MARIO SOMMARIVA (segretario generale dell'Autorità Portuale di Trieste) e PAOLO TASSINARI (visual designer, Studio Tassinari/Vetta).

Sabato 25 novembre, ore 18: "Transparadiso. Shared Values, Ambulant Gardens, and Other Spaces", BARBARA HOLUB e PAUL RAJAKOVICS, i fondatori austriaci di transparadiso, presentano, assieme all’architetto ELISABETTA PORRO, i loro progetti di direct urbanism, urbanismo a partecipazione diretta. Una vera e propria mostra personale verrà realizzata come apporto progressivo alla mostra in corso allo Studio Tommaseo, con il contributo di Bundeskanzleramt Osterreich.

Giovedì 30 novembre, ore 18: incontro con ELISABETTA PORRO, co-ideatrice di H/C, che presenterà il suo lavoro di studio sul Porto Vecchio di Trieste. Sarà un focus verso utopia, distopia ed eutopia, in un tentativo contemporaneo di racconto dell’immaginario collettivo, a partire da uno studio iniziato nel 2001 all’interno di un programma di ricerca europeo, un meta-progetto sulla pianificazione urbana del Porto Vecchio.

Sabato 2 dicembre, ore 18: L’arte e la prosecuzione della politica con altri mezzi, conversazione tra il filosofo GIOVANNI LEGHISSA e l’architetto GIULIO POLITA.

INFO/FONTE: Trieste Contemporanea

adiso al Porto Vecchio, 2017 (foto Trieste Contemporanea) (foto Trieste Contemporanea)

Harbour for Cultures - Porto di Culture
Studio Tommaseo
via del Monte, 2/1
Trieste
TS
Orario - Ingresso: martedì-sabato 17.00-20.00
Dal 23/11/17 al 13/12/17

Per maggiori informazioni
Telefono: +39-040-639187
Email: info@triestecontemporanea.it
Sito web: http://www.triestecontemporanea.it

Vedi Calendario Mostre >>>

in calendario