Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Teatro > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

"Intrigo e Amore" di Friedrich Schiller

Intrigo e Amore

«Sorgan pure ostacoli fra noi, alti come montagne, ne farò delle scale per volare tra le tue braccia... mi frapporrò fra te e il destino, perché al mio braccio ti voglio veder avanzare danzando attraverso la vita...» Il nobile Ferdinand rassicura così l’amata (e più realista) Luise Miller sulla forza del loro sentimento, capace di vincere anche il divario sociale che li divide: lei, borghese, figlia di un violoncellista e lui, rampollo del potente ministro von Walter. Ma siamo solo al primo atto di “Intrigo e Amore” – per la seconda volta sulle scene del Teatro Stabile (che lo produsse nel 1994) – e molte perfidie, raggiri, ricatti devono porsi fra i giovani protagonisti ed il loro diritto alla felicità.

Scritto da uno Schiller poco più che ventenne, il dramma incarna gli aneliti della Germania dello “Sturm und Drang” e dei riformatori del teatro tedesco, e ponendo in primo piano la passione pura di Ferdinand e Luise, tratteggia con ricchezza di chiaroscuri la corruzione, gli intrighi, le gelosie, i duelli, le verità e le menzogne della vita di corte. È lo scontro fra le ragioni del potere e quelle del sentimento e al contempo fra la classe dei ricchi notabili di un principato tedesco e quella borghese.

Nella lettura di Marco Sciaccaluga, a capo dell’ottima compagnia dello Stabile di Genova, il lavoro preromantico (a cui Giuseppe Verdi ispirò la sua “Luisa Miller”), assume sorprendente incisività, tanto da far notare al critico del Secolo XIX «È il Settecento ma potrebbe essere anche il 2016: questa corte popolata di potenti che giocano con le vite degli altri, anche quella dei propri figli, di lacché senza vergogna, di favorite e consiglieri pallidi che architettano ricatti in cui sacrificare innocenti».

Gli attori in costume d’epoca si stagliano su una scena essenziale abitata solo da leggii, sedie e strumenti musicali (a cui si accenna qualche nota), quasi ad alludere a una prova d’orchestra, alla ricerca di un’impossibile armonia.

È impossibile, infatti, il lieto fine: von Valter impone a Ferdinand di sposare la favorita del Principe, un legame d’interesse che accrescerà il suo potere, e sebbene il giovane si opponga minacciando il padre di rendere pubblico un suo delitto, questi – grazie al viscido segretario Wurm (verme!) – ricatta e scredita Luise agli occhi del fidanzato. Accecato dalla gelosia, il giovane conosce la verità troppo tardi. Un plot che avvince e appassiona, in cui la regia esalta la forza della parola teatrale e la meravigliosa capacità di Schiller di modulare ironia e commozione, rabbia e sarcasmo.

INFO/FONTE: http://www.ilrossetti.it

"Intrigo e Amore" di Friedrich Schiller
Politeama Rossetti - Sala Assicurazioni Generali
largo Giorgio Gaber, 1
Trieste
TS
Orario - Ingresso: 20.30 (serali); 16.00 (pomeridiani)
Dal 07/03/18 al 11/03/18

Per maggiori informazioni
Telefono: 040-3593511
Email: info@ilrossetti.it
Sito web: http://www.ilrossetti.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario