Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Teatro > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

“Bolero /Trip-Tic” - Balletto di Roma

“Bolero /Trip-Tic” - Balletto di Roma

L’umanità in movimento, il desiderio di amare e di essere amati, il potere calamitante della seduzione: l’uomo con i suoi impulsi, le sue esigenze, le sue emozioni è al centro dell’originale nuova produzione del Balletto di Roma “Bolero/Trip-Tic”.
Si tratta di un trittico di creazioni, realizzate da tre coreografe italiane che si sono imposte in questi anni nel panorama internazionale: Giorgia Nardin, Chiara Frigo e Francesca Pennini. Con il loro apporto “equilibreranno” – almeno in modo metaforico – il peso della posizione “d’ombra” che spettò a tutte le figure femminili che contribuirono invece in modo importante a un periodo di grande fermento e innovazione nella danza: quello che a inizio Novecento accompagnò l’imporsi in Europa dei Balletti Russi.

Appartengono proprio a questo periodo i tre brani che le artiste hanno coreografato secondo i rispettivi stili e linguaggi e che il Balletto di Roma (già ammirato allo Stabile regionale nel 2014 con “Futura”, sulle musiche di Lucio Dalla) esegue in scena.

Ecco allora che “L’Après-midi d’un Faune” di Debussy – esempio fondamentale dell’impressionismo musicale – diviene la materia su cui la giovane coreografa indipendente Giorgia Nardin lavora con un linguaggio possente, fisico e provocatorio, adatto ad addentrarsi con sguardo contemporaneo nel seducente erotismo del racconto di Mallarmé, evocando anche la figura di Nijinsky.

La pluripremiata Chiara Frigo ha tratto a propria volta ispirazione da Debussy: alla “Suite Bergamasque” con la suadente “Clair de Lune” interseca però le elaborazioni sonore di Mauro Casappa. Tensioni adatte a rendere un concetto di migrazione, dove sempre più le traiettorie di fuga finiscono chiuse da un muro o da un filo spinato, mentre l’uomo – sembra asserire la coreografa – ha la bruciante esigenza di fuggire da un labirinto irto di inganni e trappole crudeli.

Allo stile ironico e cinetico di Francesca Pennini, infine, è stato affidato il celeberrimo “Bolero” di Ravel, nell’intento di “scardinare” ogni cliché legato a questo frequentatissimo brano e di farne sgorgare una sorta di sfida fra musica ossessiva e febbrile e i corpi danzanti. Una coreografia che idealmente “chiude il cerchio” del progetto, anche perché fu proprio una donna – Ida Rubinstein – ballerina e mecenate, a commissionare nel 1928 a Ravel la partitura e a danzarla per prima.

Con “Bolero /Trip-Tic” il Balletto di Roma – compagnia di danza contemporanea tra le più attive del panorama internazionale – si arricchisce di una triplice e inedita esperienza artistica.

INFO/FONTE: http://www.ilrossetti.it

“Bolero /Trip-Tic” - Balletto di Roma
Politeama Rossetti - Sala Assicurazioni Generali
largo Giorgio Gaber, 1
Trieste
TS
Orario - Ingresso: 20.30
Il 24/10/17

Per maggiori informazioni
Telefono: 040-3593511
Email: info@ilrossetti.it
Sito web: http://www.ilrossetti.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario