Oggi Notizie Cultura
Cerca in
Cerca in

Spettacoli > Concerti > Friuli Venezia Giulia > TS > Trieste

Bookmark and Share

Società dei Concerti: Kremerata Baltica con Roberto Plano e Alessandro Taverna

Kremerata Baltica (ph. ©-Paolo Pellegrin)

Una preziosa gemma mozartiana incastonata nell'estate musicale triestina. Martedì 22 agosto, alle ore 20.30, il Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto farà da suggestiva cornice alla Kremerata Baltica, prestigiosa orchestra fondata dal celebre violinista lettone Gidon Kremer, che si esibirà al fianco di due fra i pianisti italiani più gettonati del momento nel panorama internazionale: Roberto Plano e Alessandro Taverna.

Lo straordinario evento musicale – organizzato dalla Società dei Concerti di Trieste con il sostegno della Fondazione Foreman Casali e inserito nel cartellone di appuntamenti culturali di Trieste Estate 2017, rassegna promossa dal Comune di Trieste – è stato illustrato al Caffè Tommaseo alla presenza dei vertici della SdC: il presidente Nello Gonzini, il segretario Alessandro Malcangi e il direttore artistico Enrico Bronzi.

All'incontro è intervenuta l'assessora Serena Tonel, che ha portato i saluti e l'apprezzamento per l'iniziativa di tutta l'amministrazione comunale. «Accogliamo con soddisfazione - ha detto infatti Tonel - l'annuncio della presenza della Kremerata Baltica a Trieste, grazie all'invito della Società dei Concerti. Un'orchestra composta dai migliori giovani talenti provenienti dai Paesi baltici, che gioca sulla sperimentazione ma che intende farsi ambasciatrice dei grandi compositori dell'area baltica. Il pubblico triestino, tradizionalmente sofisticato e competente, sarà ben felice di accogliere la Kremerata Baltica. Un ringraziamento quindi alla Società dei Concerti che ancora una volta, facendosi interprete dell'interesse dei triestini, permette agli amanti della musica classica di apprezzare l'eccellenza musicale espressa a livello internazionale dalla Kremerata».
«Da parte nostra - ha aggiunto Tonel -, l'amministrazione comunale intende promuovere con maggior frequenza l'esperienza dei concerti classici all'aperto, al di fuori cioè delle tradizionali quattro mura dei teatri, per coinvolgere sempre più cittadini nell'ascolto della buona musica e valorizzare al contempo tanti luoghi caratteristici della nostra città».

La Kremerata Baltica, ensemble formato da 23 giovani musicisti di elevato talento provenienti da Lettonia, Estornia e Lituania, debuttò nel lontano 1997 e ha già inciso per prestigiose etichette discografiche 19 album, uno dei quali nel 2002 si aggiudicò il prestigioso Grammy Award. Il fondatore, Gidon Kremer, è considerato uno dei più importanti violinisti in attività degli ultimi quarant'anni a livello mondiale e si distingue ancora oggi per l'incessante studio e l'attenta esplorazione del repertorio contemporaneo, con particolare attenzione agli autori di area baltica.

Il concerto del 22 agosto al Castello di San Giusto vedrà impegnata la Kremerata Baltica in un'autentica maratona mozartiana, assieme ai pianisti Alessandro Taverna e Roberto Plano. In programma i concerti Kv414 e Kv449 di Mozart, a cui seguirà l'Adagio e fuga per archi in do minore Kv546, brano che testimonia l'interesse del genio di Salisburgo per la polifonia. La serata verrà aperta dalla Sinfonia per archi e percussioni, eseguita assai di rado in Italia, di Lepo Sumera (1950-2000), uno dei compositori più singolari della musica baltica contemporanea.

«La Kremerata Baltica - ha spiegato Enrico Bronzi, direttore artistico della SdC di Trieste - è una delle orchestre da camera più importanti del panorama europeo attuale. E' un ensemble che parte dall'immensa esperienza artistica di Gidon Kremer messa in dialogo con le nuove generazioni di strumentisti dell'area baltica. La posizione significativa delle repubbliche baltiche, schiacciate a turni alterni nel doloroso percorso della storia tra le pressioni dell'Unione Sovietica e della Germania nazista, ha contribuito a creare una forte identità culturale autentica soltanto in tempi relativamente recenti, ma attraverso una consapevolezza molto profonda e in seguito a drammatiche vicende storiche. Illuminante in questo senso è la testimonianza di Jan Brokken, nel suo splendido libro “Anime baltiche”, edito in Italia da Iperborea, dove si narrano le vicende straordinarie di Mark Rothko, Romain Gary, Arvo Part e, appunto, Gidon Kremer in relazione alla loro identità baltica, definizione che si estende a Lituania, Estonia, Lettonia con alcune declinazioni particolari, ma con una sorta di destino comune. Gli strumentisti ad arco che qui si sono formati, hanno colto l'eredità della scuola russa del violino, ma hanno subito anche l'influenza molto forte della cultura ebraica che in queste terre si è sviluppata (Vilnius, fu anche Vilna, la città d'oro della cultura Yiddish) che ha fatto del violino la propria voce più autentica».

La prevendita dei biglietti (intero € 25,00, ridotto Soci Società dei Concerti € 20,00, Under 25 € 15,00) scatterà lunedì 7 agosto. Per maggiori informazioni e prenotazioni è possibile contattare la segreteria della Società dei Concerti allo 040-362408 o visitare il sito web www.societadeiconcerti.it.

(ClaBis)

Società dei Concerti: Kremerata Baltica con Roberto Plano e Alessandro Taverna
Castello di San Giusto - Cortile delle Milizie
piazza della Cattedrale, 3
Trieste
TS
Orario - Ingresso: 20.30
Il 22/08/17

Per maggiori informazioni
Sito web: http://www.societadeiconcerti.it

Vedi Calendario Spettacoli >>>

in calendario